Testimonianze dell'iniziativa Buona Pasqua

Fonte notizia

Argomento: Allevamenti/Veganismo
Notizia da: Iniziative inter-nazionali

Oltre 100.000 volantini distribuiti in circa 110 citta'.

05/04/2009

Da metà marzo a inizio aprile si sono svolti circa 30 sit-in/tavoli informativi per l'iniziativa "Buona Pasqua!", che aveva lo scopo di informare le persone sulla crudeltà dei macelli. Oltre a questi presidi, ci sono stati anche altri 130 volantinaggi e distribuzioni in buca delle lettere in altre 90 città. Riportiamo qui sotto alcune testimonianze e foto dei presidi, e invitiamo tutti a partecipare alle prossime iniziative in programma!

Valter - Torino

Sabato è stata una normale giornata di lavoro: si è trattato di caricare materiali ed attrezzature e poi montare il tutto in piazza Castello. Quattro ore di presidio, poi si smonta e si torna a casa. Si sono distribuiti tutti i materiali, c'erano molti attivisti e si è fatto un bel presidio, un buon lavoro di informazione e divulgazione. A volte, da fuori, si pensa che fare attivismo o essere vegan voglia dire chissà che, o che comporti chissà quali sacrifici, o che richieda chissà quale determinazione. Macché, per fare attivismo ci vuole solo un po' di voglia di lavorare, per essere vegan nemmeno quella. Basta mangiare delle cose (buone) al posto di altre.

Luisa - Torino

Ogni volta che devi dire alla gente che è ora di smettere di mangiare animali ti piacerebbe avere username e password per entrare nella testa delle persone e portare via tutti i luoghi comuni, le credenze, le abitudini, le cose su cui non si è riflettuto ma... "così fan tutti". Tolto tutto 'sto pattume inutile e dannoso resterebbe un sacco di spazio in cui mettere tante informazioni che daranno origine a nuovi pensieri anzi: ad altri modi di pensare.

Il video del massacro degli agnelli innocenti, teneri e carini, si dimostra sempre (tristemente) una buona password per superare il muro di indifferenza e cinismo che impedisce alle persone di "realizzare" che allevare animali con l'unico scopo di ucciderli è qualcosa di mostruoso.

La giornata fresca ma soleggiata ha portato in centro parecchia gente: tantissimi si sono fermati a guardare i tristi filmati e , dalla loro espressione, si capiva che quello che vedevano li disgustava abbastanza. Tanti si sono fermati al punto informativo a chiedere info e tutti sono stati UNTI da "san Volantino". Ancora una volta si è dimostrata vincente la carta di portare in piazza quelle immagini che nessun telegiornale farà mai vedere, infatti la frase più ricorrente davanti a quei filmati è: "Ma perchè non ce le dicono 'ste cose?" E tu, pazientemente, glielo spieghi.

Ivana - Trento

Molte persone accettavano di buon grado il volantino con la bella foto dell'agnello, e tutte lo giravano dall'altra parte per leggere ciò che stava scritto, molti commenti erano: "Ma io non mangio agnello, poveretto". Noi sappiamo bene che anche gli altri animali non sono diversi, chissà che leggendo il volantino lo capiscano anche gli altri.

Abbiamo trovato anche qualche provocatore, ma questi ci sono sempre, è normale.

Un episodio che mi ha colpita: davanti ad una bancarella che vendeva panini con porchetta una famiglia composta da padre madre e figlia si è soffermata forse attratta dal "profumo" nell'aria. Probabilmente la bimba ha detto qualcosa che io non ho capito ma ho sentito bene la risposta del padre: "Ma come, quel povero maiale prima sgambettava sul prato, correva giocava come fai tu e tu vorresti mangiarlo?". Questo episodio mi ha fatto molto piacere, è un indice di sensibilizzazione tra la gente.

Lorenza - Rimini

Malgrado il diluvio iniziale, che ci ha impedito di utilizzare la mattinata come avevamo programmato, nel pomeriggio siamo riusciti ad allestire il nostro banchetto comprensivo di video e a distribuire volantini per oltre 4 ore.

Per strada c'era molta gente, la maggior parte erano giovanissimi che si fermavano in gruppo a guardare le terribili immagini dell'uccisione degli agnelli, e a tutti abbiamo lasciato un volantino: non è mai troppo presto per iniziare a cambiare la coscienza!

Fra gli adulti, oltre alle solite battutine infelici ("ma sono così buone le costolette!"), le alle solite frasi inutilmente lavacoscienza ("Ah, noi l'agnello non lo mangiamo"... sì, ma gli altri animali??) ci sono stati anche quelli che invece si sono fermati e comunque tutti hanno accettato i volantini, che speriamo abbiano letto. Qualcuno ha poi chiesto ulteriori informazioni: abbiamo anche venduto dei ricettari!

Verso sera la folla è diminuita, ma grazie al buio il video si vedeva così bene che le poche persone che passavano si fermavano TUTTE!!!

Beh, abbiamo davanti un'estate piena di serate affollatissime, che non ci faremo certo sfuggire!

Micaela - Vicenza

A Vicenza era la nostra prima iniziativa e sabato 21 marzo in città c'erano tante altre manifestazioni. Da una parte è stato un bene perchè c'era molta gente, dall'altra è stato quasi impossibile dire due parole in più oltre alla consegna del volantino. Comunque, nonostante ci siamo trovati solo in quattro, abbiamo distribuito due terzi del materiale, il rimanente ce lo siamo suddivisi per l'inserimento nelle cassette postali ognuno nella sua zona.

Dario - Catania

Il presidio informativo a Catania e' andato davvero bene: siamo riusciti a distribuire tutti e 2000 i volantini anche molti altri "Perche' Vegan?" che avevamo. Tantissime persone si fermavano a vedere le immagini di macelli e parecchie si fermavano a chiedere informazioni. Inoltre alcuni ragazzi, avendo saputo dell'iniziativa, mi hanno contattato e hanno partecipato attivamente e sicuramente organizzeremo altre iniziative insieme.

Mimmo - Caserta

L'evento a Caserta è stato accompagnato da un vento gelido per entrambi i giorni ma c'era comunque tanta gente in strada. Il gazebo era posizionato davanti ad una chiesa in chiara contrapposizione ad una tradizione, quella del mangiare carne di agnello, che ha origini religiose.

Risposte tipo "e cosa mangiamo a Pasqua?" o sorrisi beffardi non hanno certo tolto energia a chi questo evento lo ha fortemente voluto. Infatti, i riscontri positivi non sono mancati. Degna di nota una maestra che si è fatta consegnare molti volantini e pieghevoli per poter discutere con i suoi alunni del problema dell'alimentazione a base di carne.

E' disponibile su youtube il video dell'evento:
www.youtube.com/watch?v=vMm67r7_PCA

Un grazie sentito ai partecipanti: Ilaria, Maria Luisa, Maria Adele, Liliana, Mario, Antonio, Cinzia e Ornella.

Elisabetta - Mestre

Abbiamo allestito un tavolo informativo con le cartoline di "Buona Pasqua", volantini di vario genere sulla scelta vegan, un PC portatile con cui abbiamo mostrato a più riprese i video sull'investigazione nei macelli di agnellini. Inoltre abbiamo allestito l'intera mostra fotografica a tema su pannelli alti 170 cm e lunghi 180cm (tre pannelli da 60 cm di larghezza ciascuno uniti fra loro per un totale di sei facciate disponibili).

In aggiunta a questo abbiamo fatto stampare 4 foto dalle dimensioni 40x50 cm, le abbiamo fatte plastificare ed incollate su cartoncino; con queste ci siamo posizionati in vari angoli di afflusso della piazza per mostrare con forza delle immagini sui momenti più salienti dell'uccisione degli agnelli. In testa ad ogni fotografia abbiamo aggiunto la scritta: "SARA' QUESTA LA TUA PASQUA?". In contemporanea altri di noi (eravamo in tutto in 9, quindi potevamo agire su più fronti) facevamo volantinaggio.

E' stato questo il momento in cui ci siamo potuti rendere conto meglio delle reazioni delle persone difronte alle fotografie così dirette. Alcuni si rendevano conto di ciò che stavano guardando e distoglievano lo sguardo, altri ci dicevano passandoci accanto che non mangiavano agnello! Il che ci ha fatto sperare che almeno difronte ai cuccioli alcuni posino il coltello. Ovviamente è capitato anche di sentirci provocare con frasi di disprezzo (come "trovatevi un lavoro" oppure "Sì, sarà questa la mia Pasqua") ma abbiamo fatto finta di non sentire.

Pochi "coraggiosi" si sono fermati a visionare la mostra fotografica, essendo piuttosto "cruda"; lo stesso si può dire per i video. In generale abbiamo constato la reticenza del pubblico a fermarsi e a guardare fino in fondo quello che stavamo trasmettendo. Replichiamo sabato 11 aprile, esattamente il giorno prima di Pasqua, speriamo in Piazza Ferretto, la principale di Mestre.

Monica - Roma

Le condizioni atmosferiche non ci hanno permesso di allestire proprio come avremmo voluto, perchè il vento faceva volare tutto il materiale, ma noi incuranti del freddo ci siamo armati di volantini e nel pomeriggio li abbiamo distributi tutti.

Come sempre, fra l'indifferenza generale anche tanta curiosità da parte non solo di giovani, anzi forse più di persone adulte che chiedevano di approfondire prendendo volantini più specifici sulla scelta vegan, sul consumo del latte e delle uova. Tanti i bambini che si fermavano a vedere le foto esposte ma i genitori imbarazzati li portavano via non trovando le parole per descrivere loro ciò stavano vedendo.

Se anche solo una persona avrà preso coscienza il nostro impegno non sarà stato vano.

Valentina - Cagliari

Il 28 marzo, io e altri due volontari abbiamo volantinato in una via di Cagliari. Ho trasformato due scatole in supporti per cartelloni e vi ho incollato le foto della mostra sui macelli. Abbiamo distribuito una parte di volantini, altri li sto ancora distibuendo e qualcuno l'ho lasciato ad una volontaria.

Nota piacevole, il proprietario di un albergo si è fermato e ci ha chiesto di dargli alcuni volantini da mettere all'ingresso, ha detto che voleva aiutarci! Ho lasciato volantini e pieghevoli nella portineria del campus dove abito, anche se qualcuno li ha tolti, ma io, per tutta risposta, li ho rimessi. Sto distribuendo anche nelle mense e nella mia facoltà e ovviamente in buca da lettera.

Le conclusioni sono comunque che non è difficile allestire una mostra o fare un volantinaggio, basta chiedere i permessi in tempo! E' stata un'esperienza che mi ha insegnato come muovermi, anche se sono sola e l'anno prossimo farò sicuramente meglio e per tempo!

Daniela - Mantova

Eravamo in otto volontari a Mantova al Centro Commerciale "Il Gigante" a volantinare per l'iniziativa "Buona Pasqua". 3.000 volantini distribuiti in poche ore nella mattinata di domenica 29 marzo e molta buona accoglienza da parte della gente che, spesso, ci confermava di non avere nessuna intenzione di mangiare l'agnello a Pasqua, ma "solo" altri tipi di carne. E così noi a spiegare che ciò che vale per gli agnelli vale per tutti gli animali e che, strettamente legata alla scelta etica del non cibarsi di altre creature o dei prodotti da loro derivati, c'è anche quella dettata dal benessere e dalla salute offerti da diete come quella vegana.

Martha - Ostia Lido

Il 21 marzo eravamo in 3 a Ostia Lido, Piazza dei Ravennati vicino al Mc Donald.Il tempo non ci ha assistito ed era veramente molto freddo. A causa della bassa temperatura poche persone era in giro a passeggiare. Ciononostante, abbiamo fatto fuori quasi 500 volantini di Buona Pasqua, rappresentanti l'agnellino e molto altri generici sulla scelta vegan.

Alcuni giovanissimi hanno strappato i volantini davanti ai nostri occhi, altri tornavano indietro per chiederne un altro da dare ad un amico/a ed erano abbastanti scossi.

La cosa che mi ha colpito di più inoltre è stata la sensibilità di alcune (poche) persone over 60 assolutamente interessate, volenterose di sapere di più. Con queste signore over 60 abbiamo parlato di cucina, cosa mangiare al posto di...

C'è molto da fare. E' credenza comune che gli animali facciano soltanto parte della nostra catena alimentare. La gente non sa. Nella zona di Ostia secondo me, c'è necessità di una bella mostra.

Daniela e Massimo - Pordenone

Abbiamo distribuito in poche ore i 500 volantini "Buona Pasqua" più altrettante fotocopie sull'alimentazione vegan. Abbiamo, nell'occasione, anche raccolto firme per la petizione contro l'Accademia faunistica della provincia di Pordenone.

In sostanza è stato un piccolo successo, molte firme raccolte e tutto il materiale che, in poche ore, è andato esaurito. Speriamo serva a far riflettere più di qualcuno... Ma il prossimo anno ci organizziamo per tempo e lo faremo ancora meglio!

Alessandra - Fano (PU)

Il sit-in è andato bene, abbiamo allestito 3 cartelloni ,uno con tutte le foto della mostra sui macelli e 2 con una sintesi della realtà dei macelli, specialmente per la realtà agnelli. Sul tavolo c'era tutto il materiale informativo. Noi eravamo pieni di energia e consegnavamo i volantini ai passanti e tutti pìù o meno e senza forzatura da parte nostra si sono offerti di leggerli. Qualcuno si è fermato ad approfondire. Diciamo mi sarebbe piaciuto aver avuto qualche persona in più ,oltre a me e Devid. Comunque, l'obbiettivo nostro era quantomeno di mettere a conoscenza le persone della realtà e secondo me siamo stati efficaci.

Notizia dal progetto di AgireOra Network: 'Iniziative inter-nazionali. Il progetto ha lo scopo di invitare gli attivisti di tutta Italia a partecipare, 4-5 volte l'anno, ad eventi organizzati contemporaneamente in più città, che possono essere eventi nazionali, o internazionali. [ Dettagli sul progetto 'Iniziative inter-nazionali' ]

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Dettagli sulla mailing list

Segui le nostre attività: