Morte nelle Isole della Ferocia

Condividi:

21/08/2010

Saltata la copertura della nuova nave di Sea Shepherd alle Isole Faeroer, ora sotto scorta militare.

Che cosa ci può essere di più crudele ed orribile del massacro insensato di splendidi ed intelligenti delfini, che avviene ogni anno a Taiji, in Giappone?

Il film The Cove, vincitore dell'Academy Award, punta i riflettori internazionali sul massacro sanguinario di delfini, che agonizzano urlanti in pozze rosse del loro stesso sangue, condotto dai pescatori giapponesi nei bassi fondali della baia.

Che cosa può esserci di più mostruoso delle urla di paura e dolore di poveri delfini massacrati con gli arpioni senza un minimo di pietà e solo per vile denaro?

Eppure qualcosa di peggio c'è. Ancora più crudele e senza scopo, e tutto ciò avviene in Europa.

La nuova nave ancora sconosciuta di Sea Shepherd Conservation Society, la Golfo Azzurro, è attualmente scortata dalla Marina Militare Danese dopo un mese di attività di sorveglianza nel Protettorato Danese delle Isole Faeroe.

E' in queste isole, a metà strada tra la Scozia e l'Islanda, che avviene il massacro di interi branchi di delfini globicefali. Tutto ciò non avviene per trarne profitto, bensì per puro piacere e svago.

La carne di delfino viene consumata solo in minima parte ed è talmente contaminata dal mercurio che i bambini faeroesi presentano i più alti tassi di mercurio in corpo rispetto a tutti gli altri individui sul pianeta. Ma la stragrande maggioranza dei globicefali viene uccisa e poi ributtata in mare, e Sea Shepherd ha documentato questa mostruosità.

Le immagini da incubo mettono in mostra feti strappati dai corpi delle loro madri e corpi mutilati con coltelli, bastoni e arpioni, per opera degli isolani che spingono questi poveri esseri indifesi sulle spiagge rocciose uccidendoli uno a uno, fino a sterminare l'intero branco.

A Taiji, ad uccidere sono pescatori professionisti, alle Faeroe, invece, perfino i bambini sono incoraggiati dagli uomini a massacrare le balene fino alla morte; molti di questi uomini sono ubriachi e, ridendo a squarcia gola, compiono il tremendo massacro considerandolo una tradizione.

L'uccisione di questi globicefali è una chiara violazione della Convenzione di Berna di cui la Danimarca è oltretutto firmataria. La Danimarca, tuttavia, rivendica il fatto che le Isole Faeroe non sono soggette a tale legge poiché si tratta di un protettorato, anche se ricevano tutti i benefici della Comunità Europea.

Sea Shepherd, in partnership con la Fondazione Brigitte Bardot, ha iniziato a lavorare in segreto nei primi mesi di quest'estate e continua tuttora le sue operazioni a bordo della nave Golfo Azzurro per denunciare il massacro e trovare il modo per difendere queste creature dall'assalto mortale dei Faeroesi.

Ieri la presenza in incognito della nuova nave di Sea Shepherd è saltata, e la nave è stata fermata dalla polizia. L'imbarcazione è stata rilasciata poiché non vi è stata alcuna violazione di legge, ma è attualmente sotto scorta della Marina Militare Danese.

I membri dell'equipaggio della Golfo Azzurro continuano la loro opera di pattugliamento, ma sorvegliati a vista dagli occhi e dai cannoni della Marina Militare Danese.

Fonte:

Sea Shepherd Italia, Morte nelle Isole della Ferocia, 20 agosto 2010

Notizia originale in inglese: Death in the Ferocious Isles: Sea Shepherd under Escort by the Danish Navy, 18 agosto 2010

Traduzione di Linda Possanzini per Sea Shepherd Italia

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

42%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi