Dopo il VegFestival...

Condividi:

15/09/2010

Una testimonianza dal VegFestival di Torino visto dall'interno.

Testimonianza di Valter

Come al solito, il vegFestival non l'ho praticamente visto, pero' e' stato bello ;-)

Il VegFestival non l'ho visto perche' sono sempre stato un po' al banchetto e un pochino come volontario all'ingresso a dare informazioni. Non ho mangiato quasi niente, non ho seguito un laboratorio, ne' una conferenza, ne' una proiezione. Mi sono fatto qualche birra, questo si'... ma non e' certo questa la specialita' del veg...

E' stato bello vedere tanta, ma davvero tanta gente che in questi tre giorni e' passata di li': a passeggiare, a conoscere nuovi prodotti, a gustare un'ottima cucina vegan. Anche solo per incontrarsi, per scambiare due parole e mangiare un boccone con chi non si riesce mai a vedere.

Belli i tanti cani in giro che non si scomponevano certo per la folla, senza che nessun bambino venisse azzannato da un cane "feroce", senza nessuno stupido regolamento a imporre la museruola o percorsi specifici. Ma quel signore che mi ha chiesto "scusi, posso entrare con il cane?", cui ho risposto un bel "certo che si'!!" con una risata che mi e' proprio scappata di cuore, aveva purtoppo ragione: sarebbe normale entrare con il cane, ma purtroppo non e' (ancora) la norma.

Bella (dev'essere stata) la conferenza di SeaSheperd, e "bella" se cosi' si puo' dire, la proiezione di "The Cove" il docufilm sul massacro dei delfini in Giappone, di cui mi hanno raccontato la sala strapiena...

La bella mostra di VivereVegan curata in tutti i dettagli, la conferenza di Proietti (pediatra che sostiene l'alimentazione veg fin dalla prima infanzia) che in tanti cercavano e che era stata spostata all'ultimo; i piccoli casini, le "emergenze" dei tovaglioli, o del pane che manca. Organizzazione e dettagli che non si incastrano mai, come purtroppo accade sempre.

Centinaia, forse migliaia di persone che hanno pranzato e cenato vegan in questi tre giorni, che hanno gustato gelati vegan, panzerotti e arancini vegan, torte vegan... che hanno guardato, si sono informate, hanno acquistato prodotti del commercio equo-solidale, della ancor giovane (per noi) veg-economy. Dal caffe', alle scarpe, ai capi di abbigliamento senza che un pelo venisse torto a nessun animale: bambino, o mucca, o gallina che fosse.

E finalmente anche i formaggi... non siamo ancora al gorgonzola :-), ma stiano attenti che quasi ci siamo! E anche per loro, per i cani e per quei carnivorazzi di gatti ci sono dei passi in avanti. Che sollievo sarebbe liberarsi delle scatolette di derivati animali! Poter smettere di sovvenzionare gli allevatori, i commercianti di carne... lasciargli i loro schifosi avanzi, invece di pagarglieli a caro prezzo...

I volantini... quanti di noi hanno imparato da li', prima ancora che dai libri. E quanti saranno quelli cui proprio un volantino "sai cosa mangi?", "ti diverti proprio a vederlo soffrire?", ""non comprare animali"... e tutti gli altri, funzionera' come chiavistello delle loro coscienze.

Noi come associazione La Cincia eravamo li' con i nostri materiali sui gatti fiv-positivi, sulle sterilizzazioni, la petizione di AgireOra contro la sperimentazione a scopi didattici, con le nostre storie dei gatti Napu e Fortunato per cui cerchiamo un'adozione speciale. Eravamo li' con le Sfigatte, le loro magliette e i tanti gattini da adottare. Un piccolo, piccolissimo pezzo di quel progetto enorme, difficile da morire, ma terribilmente concreto del dare dignita' a tutti gli animali.

Il VegFestival e' proprio questo: il mettere insieme chi sa fare le torte, i volantini, le scarpe, i formaggi, i pannelli solari, le adozioni... Chi sa accudire e crescere i cuccioli d'uomo e di gatto, chi li sa accompagnare e sostenere negli ultimi passi verso il ponte...

Sono le tante persone che si sono fatte un "culo della madonna" per organizzare, tenere insieme, far girare questa macchina che ogni anno, sempre di piu' e meglio sa accogliere, dare coraggio, e risposte.

Grazie a tutti! E un grazie in particolare a chi tanti anni fa ci ha creduto ed ha avuto il coraggio di cominciare.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

35%

Spese per l'indispensabile infrastruttura informatica | Dettagli »

Obiettivo: 365 giorni di autonomia (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi