Alessandria contro American Circus

Condividi:

08/11/2011

Il circo della famiglia Togni non è ben visto, ma non solo dagli animalisti.

Testimonianza di Massimo

Dall'11 al 15 novembre è in Alessandria l'American Circus, circo con animali della famiglia Togni. Nonostante Alessandria sia ora dotata di una ordinanza molto restrittiva contro i circhi con animali (vedi notizia: Nuova ordinanza anti-circhi ad Alessandria), la richiesta di attendamento di questo circo era stata accettata prima dell'entrata in vigore dell'ordinanza, e quindi il circo purtroppo può sostare.

Ma non sarà un soggiorno molto felice per loro. Da sabato 5 novembre sono esposti 100 manifesti 70x100 cm con lo slogan "NATO LIBERO - PRIGIONIERO A VITA IN UN CIRCO", che si aggiungono a quelli piu' grandi su 22 stendardi già affissi dal 27 ottobre.

I 100 manifesti 70x100 sono stati affiancati ai manifesti del circo gia' presenti. Pure chi non avesse notato finora i nostri manifesti ora non puo' piu' non notarli, in quanto se e' vero che i manifesti del circo si notano di piu' per via dei colori sgargianti e fosforescenti, quelli animalisti sono subito li' di fianco, e di fatto annullano la pubblicita' del circo, e' un bel contrasto!

I circensi sono gia' molto indispettiti. Stanno ripassando tutti loro manifesti per coprire con una striscia di carta, il logo de LA STAMPA, di cui il giornale non ha dato l'autorizzazione di apposizione. Ecco un manifesto con la striscia di carta gialla che copre il logo de La Stampa.

E difatti sul giornale stesso (nelle pagine locali di Alessandria di giovedi' 3/11, a pagina 64) si legge chiaramente come La Stampa non ne voglia sapere di essere associata al circo. Questo è un ottimo segno: il circo con animali sta diventando qualcosa da cui prendere le distanze, da disapprovare, anche per il pubblico generale non particolarmente animalista.

Il trafiletto su La Stampa, che appare accanto a un articolo di critica al circo con animali, riporta infatti:

Sui manifesti affissi in città che pubblicizzano l'imminente arrivo dell'American Circus c'è anche il logo della stampa, come uno dei tanti sponsor. Ma nessuno ha dato il permesso di apporlo. L'ufficio stampa del circo parla di un "equivoco", di manifesti già in tipografia e quindi non più modificabili. "In fondo poi - concludono - vi facciamo pubblicità".
Ma non è questa la pubblicità che ci interessa. Abbiamo chiesto che almeno fosse coperto con della "pecette". Ma il circo non sembra disposto a farlo. La Stampa ha perciò interpellato il suo studio legale per valutare quali iniziative prendere.

Evidentemente, le iniziative dello studio legale hanno convinto i circensi a eliminare quel logo :-)

E' decisamente molto positiva questa presa di distanze dal circo da parte de La Stampa. Anche l'altro principale giornale cittadino, Il Piccolo, ha pubblicato il 7 novembre un articolo con la foto per intero del manifesto "Nato libero" e un piccolo trafiletto sotto, breve ma molto evidente.

Inoltre il 5 novembre, nonostante il maltempo abbiamo, effettuato un volantinaggio presso i portici di Corso Roma angolo Piazza Garibaldi con i nostri volantini "NATO LIBERO".

Sui manifesti del circo ci sono però ancora uno sponsor e un collaboratore: Radio Veronica One come sponsor, e la prevendita di biglietti on-line GREENticket, che permette di prenotare anche al circo. Proviamo a far loro sapere che non è un bel servizio alla loro immagine farsi vedere associati a un circo, facendo notare che La Stampa l'ha capito ed ha preso le distanze, magari sarebbe il caso lo facessero anche loro... le mail a cui scrivere sono:
info@radioveronicaone.it
commerciale@greenticket.it

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

36%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!