Testimonianza iniziativa Buona Pasqua 2012

Condividi:

22/04/2012

Circa 150 iniziative in oltre 100 citta', oltre 130.000 volantini distribuiti!

L'iniziativa "Buona Pasqua" 2012, che aveva lo scopo di sensibilizzare le persone a NON mangiare l'agnello a Pasqua, né nessun altro animale, ha visto oltre 50 eventi organizzati nelle piazze più altri 110 volantinaggi o distribuzioni in buca delle lettere in altre 80 città, per un totale di 120.000 volantini "Buona Pasqua", 10.000 copie del Menu di Pasqua senza crudeltà e altre migliaia di copie di materiali informativi di approfondimento sulla scelta vegan.

Ecco alcune testimonianze degli attivisti che hanno organizzato sit-in o tavoli informativi: prendete spunto per partecipare l'anno prossimo! :-)

Ivana - Trento

Anche stavolta siamo stati letteralmente assaliti fin dal primo mattino mentre eravamo in fase di allestimento, da persone che volevano informarsi e firmare le petizioni proposte, (avrebbero firmato qualsiasi cosa purché in favore degli animali) e quindi anche stavolta, per questo motivo, il tempo impiegato per l'allestimento ha preso più del previsto, tanto che solo verso le 11.30 eravamo pressoché pronti con tutto il materiale informativo esposto.

Davvero questa è stata un'ulteriore conferma che le cose stanno cambiando in meglio e che la sensibilità collettiva per quanto riguarda gli animali e la filosofia animalista in genere sta aumentando in maniera esponenziale. Quasi tutto il giorno il viavai di gente che si alternava per firmare ed esternare insieme a noi il disappunto per il massacro che ogni anno nel periodo pasquale coinvolge agnellini e capretti è stato quasi continuo.

Di fronte, il furgone che vendeva polli allo spiedo, ci rammentava continuamente ahimé, dell'arroganza che l'uomo ha nei confronti delle altre specie ritenendosi in diritto di disporre a piacere delle vite di tutti gli altri esseri viventi fatti nascere ed allevati solo per essere uccisi. Abbiamo distribuito qualcosa come 3mila volantini nonostante il tempo incerto. Folate di vento improvvise quasi ci portavano via il gazebo, distribuendo al posto nostro i volantini di Agire Ora che auguravano alla gente una buona Pasqua senza crudeltà. Le immagini toccanti esposte, di agnellini strappati alle loro madri per essere portati al mattatoio, hanno commosso molte persone che, indignate, si rivolgevano a noi per chiederci come tutto questo fosse possibile. Come sempre qualcuno si è proposto per fare attivismo con noi ai prossimi tavoli.

Cristina - Cuneo

Il gruppo Cuneo Veg - AgireOra ha organizzato sabato e domenica 24/25 marzo a Cuneo un banchetto informativo contro la mattanza degli agnelli a Pasqua con distribuzione dei volantini e tanto di agnellino in carne ed ossa!

Or Shalom (Luce e Pace in ebraico) è stata salvata da un allevamento in cui era destinata a diventare fattrice e si è trovata perfettamente a proprio agio tra le persone. Così è iniziato tutto: l'amico di un attivista del gruppo Cuneo Veg aveva promesso in regalo, in cambio di un favore, un agnello per il pranzo di Pasqua... L'attivista gli ha detto "Grazie molto gentile... ma lo vorrei vivo"... E così siamo andati a sceglierlo in un allevamento in zona. Purtroppo i fratelli di Or Shalom erano già stati inviati tutti al macello. Era rimasta solo lei insieme ad altre due agnelline di 2 mesi (e una ventina di pecore del gregge) destinate a diventare fattrici e a veder finire regolarmente al macello i loro piccoli, in attesa di fare la stessa fine.

Ora Or Shalom vivrà insieme a due caprette in un rifugio della provincia di Cuneo in mezzo al verde: ha già fatto amicizia familiarizzando con gli altri animali. Le diamo ancora un po' di latte ma ha imparato a mangiare fieno e ha scoperto che brucare l'erba le piace (non lo aveva mai fatto prima). La sua presenza al banchetto ha destato tenerezza e partecipazione: tutti si fermavano stupiti constatando la sua dolcezza e mansuetudine! Abbiamo fatto una 'passeggiata' portandola al guinzaglio e ci ha seguiti mansueta come un cagnolino.

Di fronte a questi fatti tutti dovrebbero interrogarsi sulla distinzione tra animali da affezione e animali da reddito. Sulla carta Or Shalom è una 'pecora di razza frabosana da carne e latte', con tanto di numero di matricola identificativo, ma noi sappiamo che la sua vita vale molto più di questo. Le persone sono rimaste colpite dal suo candore molto più che leggendo semplicemente il volantino. Siamo quindi soddisfatti di questa uscita e speriamo di aver fatto riflettere più di una persona.

Laura - Palermo

Ho distributito circa 400 volantini in un'ora e mezza circa! Luogo prescelto? Il mercato dietro casa, incredibilmente trafficato. Essendo per me la prima volta ho osservato attentamente le reazioni della gente, che sono state varie!
Qualcuno ha trovato divertente il fatto che io fossi lì a difendere gli agnellini, altri si sono soffermati invece a leggere con attenzione, curiosità e rispetto per il mio contributo e questi, lo ammetto, sono stati coloro che mi hanno restituito l'energia che un sole troppo partecipe e l'indifferenza di qualcuno avevano messo KO!
Sono stata felice di constatare che non tutti, per fortuna, consumano carne di questi poveri cuccioli in occasione della Pasqua (riflettendoci su, che modo è il nostro di celebrare le feste sacre?).
Tutto sommato una giornata soddisfacente, sapere che in questa giornata qualcuno si troverà a riflettere anche solo 2 minuti sul contenuto del volantino ricevuto e magari a discuterne è già un passo avanti rispetto alla quotidiana inconsapevolezza ed indifferenza.

Nadya - Mazzano Romano

L'iniziativa informativa sarà da organizzare ancora in futuro, perche' ha suscitato interesse, il video e' stato molto utile. Ho trovato che e' importante essere disponibile per le domande delle persone, per chi vuole approfondire. Ho raccontato che la prima volta che mi sono trovata senza parole fu quando mio marito aprì un ristorante e andammo a Mondragone per cercare la "miglior" mozzarella di bufala e vidi che i bebe' bufali venivano tolti al momento dalla nascita dalle loro mamme, e da lì, specie come mamma, ho capito che proprio non posso alimentare un sistema così cruento, oltre alla questione dei danni salute per noi umani nel consumo di latte e latticini.
Ho fatto preparare un grosso vassoio di biscotti vegan, che sono piaciuti molto, sono rimasti sorpresi che non c'erano né burro, né uova, latte, ecc. Ho spiegato che faccio dei dolci buonissimi rimpiazzando le uova ed il latte con purea di mele, per dirne una.

Cristian - Modena

Sabato 31 marzo a Modena abbiamo organizzato un presidio/manifestazione per una Pasqua senza crudeltà. Oltre a distribuire ai passanti i volantini "buona pasqua" di Agire Ora e avere esposto servendoci di un megafono le conseguenze etiche ed ambientali dell'industria zootecnica, abbiamo allestito una mostra fotografica che contrapponeva la "pasqua buona" (con foto di agnelli vivi e liberi) e la "pasqua di sangue" con immagini di agnelli macellati. Inoltre abbiamo proposto un buffet con assaggi vegani per fare capire che i vegani non si nutrono solo di insalate scondite come qualcuno si ostina a sostenere e un po' di coreografia con un attivista vestito da macellaio e due attiviste che si davano il cambio all'interno di una maxi-vaschetta di polistirolo che simulava le vaschette in cui i pezzi di animali uccisi vengono venduti nei supermercati.

Abbiamo anche raccolto firme su varie petizioni animaliste e distribuito parecchio materiale informativo. In generale la risposta è stata positiva in termini di affluenza e di interesse da parte dei passanti. Vista la necessità che c'è di insistere su questa tematica, contiamo di fare un presidio al mese per diffondere lo stile di vita vegan.

Virgilio - Cagliari

Il gruppo Antispecismo Cagliari ha organizzato un sit-in a Cagliari per sensibilizzare sul tema della strage degli agnelli ed è stata fatta informazione antispecista e vegana. Hanno partecipato una ventina di attivisti con cartelloni e striscione, sono stati distribuiti volantini a tema. La gente ha risposto bene, molti interessati ci hanno posto varie domande.

Pierpaolo - Napoli

I cittadini napoletani hanno risposto alla grande, rifiutando numerosi l'ipotesi di acquistare e consumare agnello per il pranzo pasquale, non solo, molti non lo considerano più un piatto culinario da anni nemmeno fuori dal periodo pasquale, inoltre abbiamo conosciuto diversi vegetariani e qualche vegano, abbiamo distribuito oltre un migliaio di volantini "buona pasqua" e finito tutti i materiali informativi. Ho riciclato gran parte dei manifesti pronti per il prossimo anno! Abbiamo donato ai bambini oltre 500 palloncini gonfiabili. In due giorni abbiamo avuto la fortuna di avere bel tempo.

Monica - Roma

Anche quest'anno siamo stati presenti, in occasione della Pasqua, quasi tutte le domeniche di marzo, nella piazza del nostro quartiere o presso mercatini di zona, con un tavolo informativo sulla scelta vegan. Quello che abbiamo potuto notare è una maggiore sensibilità da parte della gente nei confronti del consumo dell'agnello e con sorpresa sempre più gente che ci dice di non mangiare animali. A differenza degli anni passati abbiamo trovato tante persone interessate a sapere cosa significa vegan e a relazionarsi con noi con curiosità.
Sul nostro tavolo non sono mai mancate le petizioni per la chiusura di Green Hill, cosa anche questa che abbiamo visto trovare solo consensi, anche se c'è tanta ignoranza sul consumo consapevole e sui finanziamenti ad associazioni che finanziano la vivisezione, ma anche quì eravamo provvisti di materiale informativo che tutti hanno preso con interesse. Soprattutto sul nostro tavolo non sono mai mancati i dolci vegan che sono sempre, oltre che un successo, un modo sicuro e positivo per avvicinare le persone.

Stefano - Parma

Il gruppo attivista animalista di Parma AnimalsFreedom ha organizzato questa manifestazione e di nuovo si è messo in gioco per tentare di mostrare alla gente cosa gli viene nascosto, cosa si cela dietro semplicemente un piatto e quanta morte e sofferenza portiamo al mondo senza saperlo. In quasi 4 ore di manifestazione è stato distribuito materiale informativo, si è fatta divulgazione auditiva tramite megafono e visiva facendo riflettere sul piccolo agnellino salvato dai macelli e portato con noi in piazza!

Chiara - Pescara

Il banchetto organizzato a Pescara è andato bene. Le persone si sono avvicinate e hanno provato gli assaggi veg. Penso che essendo il primo con questa tematica si dovrà dare alla gente un po' di tempo per capire, ma intanto l'importante è far conoscere questa realtà.

Massimo e Daniela - Pordenone

Anche quest'anno abbiamo aderito all'iniziativa "Buona Pasqua" con un tavolo informativo in Piazzetta Cavour a Pordenone. Quello del tavolo informativo è un appuntamento che ci dà sempre più soddisfazioni, grazie alla risposta positiva e all'interesse di tante persone che vengono a trovarci e a chiedere materiale di approfondimento.

Il menù di Pasqua è andato a ruba in pochissimo tempo, così come numerosi altri pieghevoli sulla scelta vegan. Abbiamo voluto accompagnare il tavolo di sabato 31 con la nuova campagna "Buona Pasqua a chi non si macchierà le mani del suo sangue", affiggendo 90 manifesti in diverse vie della città durante il periodo pasquale. A quanto pare l'iniziativa ha avuto successo e, grazie ad essa, siamo stati invitati a intervenire in studio presso una emittente locale per parlare di questa campagna.

Rossana - Agordo

Mercoledì 28 marzo ho allestito un banchetto informativo nella piazza centrale di Agordo (Belluno), nell'area occupata dal mercato settimanale, dalle ore 8.30 alle 13.30. Sul tavolo ho disposto biscotti, bocconcini salati, succo di frutta e materiale informativo.
Le foto della campagna di Pasqua spiccavano in primo piano, mentre quelle cruente, attaccate dietro un paravento, si intravvedevano in secondo piano. La giornata soleggiata e calda ha favorito un discreto afflusso di gente. Ho riscontrato diffidenza da parte di molte persone: c'è stato spesso bisogno di rassicurarle dicendo loro che non si trattava di un'iniziativa commerciale, bensì puramente informativa.
Qualcuno si è fermato a parlare, dimostrando interesse sincero, qualcuno mi ha fatto i complimenti per gli assaggini ed ha preso le ricette, qualcuno ha accettato il volantino, ma è scappato subito dicendo di avere fretta, altri facevano finta di non vedere e tiravano dritto; infine c'è stato chi ha detto, a muso duro, di non essere interessato.
Spero tanto di aver gettato almeno un semino...

Elena - Desenzano (BS)

Domenica 24 marzo è stato organizzato un banchetto contro la mattanza degli agnelli in occasione della Pasqua che si approssimava, eravamo in Piazza Matteotti a Desenzano del Garda (BS). Abbiamo approntato dei cartelloni con immagini e distribuito moltissimi volantini parte dei quali illustravano i vantaggi di un'alimentazione senza prodotti animali. Vantaggi etici e anche di salute.
Dobbiamo tener conto che nel bresciano parlare di non mangiare la carne è davvero arduo, il piatto preferito è lo spiedo e per molti solo con gli uccellini è fantastico.
E' stata un'esperienza stimolante che come sempre ci pone delle riflessioni. Ho notato che le persone più anziane sono interessate all'argomento salute e a come un'alimentazione vegan potrebbe risolvere o attenuare i danni alla salute che già riscontrano.
I più giovani restano maggiormente colpiti dal profilo etico che l'argomento solleva e chiedono maggiori informazioni sui danni all'ambiente e agli animali stessi.

Avevamo preparato qualche spuntino salato e dolce per dimostrare che si possono gustare cibi molto gradevoli senza aver bisogno di uccidere nessuno. Parecchie persone erano già informate delle problematiche e ci hanno fatto i complimenti per quello che stavamo facendo. Qualche vegano e qualche vegetariano si è fermato per esprimere solidarietà e raccontare la loro esperienza personale. Una persona era interessata a diventare volontaria e ho approfittato per parlarle della possibilità di andare al canile di Desenzano - Compagni di Strada.
L'emozione più forte che vivo durante queste esperienze è la sensazione di fare qualcosa di veramente concreto per far prendere coscienza, a quante più persone possibile, delle proprie azioni. La maggioranza è totalmente dissociata, non collegano che la bistecca che mangiano proviene da un terribile dolore e sofferenza, crudeltà e morte che non potrà mai fornire loro nient'altro che quello che sono.
La sensazione di "seminare" mi dà speranza che un giorno, con i propri tempi il seme germoglierà e darà i suoi frutti!!! Per questo consiglio a tutti di partecipare a qualsiasi iniziativa possa divulgare il concetto che l'uomo non ha alcun diritto sugli animali e sulla natura ma ha il dovere di proteggerli.

Federica - La Spezia

Abbiamo fermato parecchie persone, molte delle quali si sono dimostrate interessate alla documentazione informativa ed hanno particolarmente gradito l'iniziativa del menù cruelty free per il pranzo pasquale; le brochure del menù infatti si sono esaurite nell'arco della mattinata (il tavolo aveva durata giornaliera).
Con l'occasione abbiamo invitato coloro che erano interessati a firmare anche la petizione contro la vivisezione, ai quali abbiamo fornito anche depliant sulla vivisezione, sul 5 per mille da destinare ad enti che non effettuino o finanzino vivisezione, nonché l'elenco delle ditte cruelty fre per l'acquisto di cosmetici, detersivi ecc.
Nel complesso l'iniziativa è stata positiva, anche se il centro commerciale è di dimensioni ridotte; tuttavia l'afflusso di persone dirette al supermercato è stato abbastanza consistente.

Federica - Milano

In data 11 marzo 2012 a Milano, in piazza dei Mercanti, abbiamo organizzato un sit in avente due funzioni: la prima, di dissuasione dal mangiare l'agnello a Pasqua e la seconda di raccolta fondi da destinare al salvataggio dei cani dalle Perreras Spagnole. >br> Per quanto concerne il primo obiettivo abbiamo volantinato utilizzando più di 2.000 tra brochures inerenti ricette vegan, perchè fare questa scelta e cartoline di Buona Pasqua di Agire Ora.
In poco meno di tre ore abbiamo terminato tutto il materiale cartaceo ma abbiamo proseguito l'attività fino al tardo pomeriggio perché, grazie alla proiezione di un video sul macello degli agnellini, molte persone si fermavano e così avevamo la possibilità di poter spiegare i motivi che eticamente impediscono di mangiare animali.
Per la raccolta fondi per i cani abbiamo utilizzato una pesca di beneficenza e un banchetto allestito ad hoc che attirasse l'attenzione sul tema trattato.
A corollario di tutto questo abbiamo raccolto firme per conto del Comitato MANU per l'abolizione dei respingitori acuminati contro i colombi, la chiusura di Green Hill e altre ancora per la sospensione delle pratiche di vivisezione per gli esperimenti.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

36%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!