Testimonianze dell'iniziativa di Pasqua 2013

Fonte notizia

Argomento: Allevamenti/Veganismo
Notizia da: Iniziative inter-nazionali

Circa 180 iniziative in oltre 140 citta', oltre 140.000 volantini distribuiti!

07/04/2013

L'iniziativa "Buona Pasqua" 2013, che aveva lo scopo di sensibilizzare le persone a NON mangiare l'agnello a Pasqua, né nessun altro animale, ha visto circa 35 eventi organizzati nelle piazze più altri 150 volantinaggi o distribuzioni in buca delle lettere in altre 110 città, per un totale di 120.000 volantini "Buona Pasqua", 20.000 copie del Menu di Pasqua senza crudeltà e altre migliaia di copie di materiali informativi di approfondimento sulla scelta vegan.

Ecco alcune testimonianze degli attivisti che hanno organizzato sit-in o tavoli informativi: prendete spunto per partecipare l'anno prossimo! :-)

Massimo - Alessandria

Abbiamo distribuito volantini "Buona Pasqua!" e ricette vegan ai passanti sotto i portici di Piazza Garibaldi, mentre esponevamo alcuni cartelli in modo da essere ben visibili anche da lontano. Quando ha smesso di piovere, verso sera, abbiamo camminato per le vie affollate del centro, sempre con i cartelli ben visibili. Anche se eravamo solo in tre, riteniamo che l'iniziativa sia stata efficace.

Ivana - Trento

Purtroppo quel giorno in città c'erano altre iniziative, c'era anche la fiera dell'agricoltura con tutti i suoi reparti dedicati ahimè agli animali (animali esposti al pubblico, conigli, galline, pulcini, mucche, ecc.) per cui le vie del centro erano molto meno affollate degli altri sabati.

Inoltre faceva un freddo terribile. Nonostante questo, abbiamo distribuito circa 2000 volantini di Buona Pasqua. Tutti sembravano scandalizzarsi all'idea di mangiare dei cuccioli ma poi quelle stesse persone erano quelle che imbottivano tranquillamente i loro panini di prosciutti e salami. Come dire, due pesi e due misure.

Verso sera, come sempre, abbiamo acceso il PC e mostrato i cruenti video della macellazione degli agnelli. Parecchie persone sono sostate davanti al gazebo per guardare il video e tra queste anche parecchi giovani.
Insomma alla fine il tavolo è riuscito abbastanza bene nonostante il freddo e tutte le iniziative in corso quel giorno.

Gabriella - Roma

Il giorno 22 marzo davanti all'entrata dell'università La Sapienza, a Roma, dalle 10,30 alle 13,00 abbiamo distribuito in due persone circa 300 volantini di buona Pasqua e menu' cruelty-free insieme allo scritto di Susanna Tamaro sulla strage degli agnelli.

A parte gli incompresibili "no, grazie", molti hanno preso con interesse i volantini e alcuni hanno detto con soddisfazione che erano vegetariani. Un cartellone, che avevamo portato con noi, informava che nel pomeriggio davanti alla statua di S. Francesco ci sarebbe stata una fiaccolata contro la strage degli agnelli.

Annalisa - Olbia

Ormai è appurato: le apericena ad Olbia sono un successo! Sempre più persone aspettano con entusiasmo questo appuntamento e finalmente il clichè dieta vegana/dieta da insalata sembra stia per essere sostituito dalla più veritiera osservazione "ma quanto mangiano questi vegani???!!!" :-D

Anche per questa apericena il cibo era tantissimo e il gruppo dei vegcuochi è sempre più numeroso; con la cena e la distribuzione di volantini e menù senza crudeltà abbiamo raccolto abbastanza offerte per poter pagare il comune per due settimane di affissione dei manifesti "Gli animali sono tutti uguali" e "Meno carne meno effetto serra".

Avvicinare sempre più persone al veganesimo con serate divertenti e buon cibo penso sia meglio di mille discorsi!
Se c'è chi prova (momentanea) empatia per gli animali e continua a mangiarli è perchè ha paura del cambiamento di abitudini, di "non sapere cosa mangiare" e speriamo che questi incontri diventino sempre più un degno rodaggio verso una dieta senza sofferenza :)

Eleonora - Cosenza

Piazza XI Settembre, Cosenza.
Un tocco di sangue e realtà nel passeggio cittadino.
Facce disgustate, inorridite, alla vista dei filmati sulla mattanza degli agnelli: "No, io l'agnello quest'anno non lo mangio". E noi lì ad incalzare che non c'è differenza tra la sorte di un agnello e quella di un vitello, di qualsiasi "animale da reddito".
Che non c'è giustificazione a tanto orrore. Che non c'è tradizione e cultura che tenga.
Ma la strada per il cambiamento di rotta del senso comune è appena iniziata ed è lunga.
Infatti qualcuno rifiuta un volantino, o commenta con superficialità.

Abbiamo fatto una breve performance che vedete nella foto e proiettato il video scaricato da AgireOra sulla mattanza degli agnelli e il video di Animal Equality: la risposta è stata molto positiva!

Eugenia, Ilaria, Giorgia e Arianna. - La Spezia

Abbiamo fatto il volantinaggio il 16 marzo a La Spezia ed è stata un'occasione bellissima per informare sul vero costo della tradizione pasquale e distribuire ricette vegan.
Molti sembravano essere interessati ed hanno addirittura promesso di cambiare menù mentre solo poche persone hanno manifestato insofferenza nei confronti del materiale che stavamo distribuendo.
E' stata una bellissima esperienza e di certo parteciperemo anche l'anno prossimo.

Laleh - Perugia

Come ogni anno, in prossimità della Pasqua ho organizzato per sabato 23 marzo il tavolo informativo contro il massacro pasquale degli agnelli e per promuovere veganismo e domenica 24 marzo un presidio, entrambi in Piazza della Repubblica a Perugia.

Sabato hanno partecipato in tutto 3 persone e domenica 2. Purtroppo presa dalla fretta sabato mattina non ho usufruito di tutti i 15 manifesti "buona Pasqua a chi non si macchierà le mani del suo sangue", ma ne ho sistemati solo 5 o 6, per il resto ho riutilizzato i pannelli con le immagini che rappresentano il massacro pasquale degli agnelli che ho fatto l'anno scorso, e altre immagini relative al veganismo che ho utilizzato per tutti gli altri tavoli e presidi precedenti, ho anche creato nuovi cartelli con nuove immagini e uno striscione, come uso fare per i tavoli e presidi.

Anche in quest'occasione, sin dall'inizio il materiale informativo è andato a ruba, circa 3500 tra volantini e pieghevoli distribuiti, ed è stata informata tantissima gente; come sempre ho fatto informazione auditiva anche con l'uso del megafono, per diffondere a 360 gradi veganismo e antispecismo.

Anche in quest'occasione il risultato di questi 2 giorni è stato più che soddisfacente.

Annagrazia - Cava de' Tirreni (Salerno)

Abbiamo allestito due banchetti, il primo in Piazza Duomo, pieno centro cittadino, il secondo nell'atrio della sala Teatro Comunale, ospiti del Mercatino dell'Artigianato Femminile. Abbiamo avuto in entrambe le postazioni un notevole riscontro: la maggior parte delle persone ha gradito il suggerimento di un menù alternativo alla carne e all'agnello e in tanti ci hanno detto che non lo mangiano mai.

Naturalmente c'è stato anche qualche polemica con qualcuno che afferma che è impossibile vivere senza carne, dimenticando che avevano gli esempi viventi del contrario davanti ai loro occhi (cani compresi!), ma a questo siamo più che abituati ormai! La faccia che fanno, dopo le spiegazioni e gli esempi che gli diamo, quando non hanno più nulla a cui appigliarsi, non ha prezzo! Hanno riscosso anche molto successo le piantine aromatiche che abbiamo proposto in confezione da 2, con allegato il vostro opuscolo sul menù alternativo, alcuni libri e i manufatti di una volontaria del gattile di Napoli, che prepara oggetti carinissimi per autofinanziarsi.

In assoluto è stata un'esperienza molto ben riuscita, anche se abbiamo avuto conferma che le persone non amano molto che gli si chieda di cambiare alimentazione, al contrario di altre tematiche che sono più sentite dal "cittadino medio", comunque quest'anno, anche grazie ai servizi dei TG, abbiamo notato più sensibilità almeno verso gli agnelli, speriamo che sia solo il primo passo per diffonderla verso tutti gli animali! Grazie per il materiale che ci avete inviato, davvero preziosissimo come sempre!

Emanuele - Milano

un paio di giorni prima di Pasqua, in modo da far riflettere non molto tempo prima del momento in cui dovranno decidere cosa fare, ho affisso i manifesti fuori dalla mia aula in università, così da farli vedere alla mia classe e a quella in cui si tengono altre lezioni più varie. Le reazioni sono state più che soddisfacenti, al cambio dell'ora tutti i ragazzi che rientravano ne parlavano e quando stavo fuori ho visto molti fermarsi a leggere e fare foto. Una ragazza l'ho sentita dire: "Guarda che carino, ci fanno gli auguri di Pasqua!". Le ho detto di leggere bene... E' andata via in silenzio.

Posso dire che quando ho messo il manifdesto e nei 15 minuti in cui stavo li a vedere c'era sempre gente a leggere. Tutto sommato è andata bene, vediamo ora come va la campagna "Gli animali sono tutti uguali".

Dafne - Catania

Al fine di ribadire l'uguaglianza di diritti di ciascun essere senziente, abbiamo organizzato dei tavoli informativi, il primo in occasione della "Fera Bio" (giorno 10 marzo), anticipando la campagna "Buona Pasqua" che si è tenuta durante i due weekend successivi (sabato 16 marzo e domenica 24 marzo) nella strada principale del centro storico catanese.

Premettendo la laicità delle azioni di Catania Antispecista, si è rivelato particolarmente significativo il banchetto di giorno 24 marzo; trattandosi della Domenica delle Palme c'è stato uno sdoppiamento delle attività: tre di noi si sono recati all'ingresso della cattedrale, esortando i fedeli cristiani ad una presa di coscienza, per non macchiarsi di un crimine assurdo come lo è il sacrificio di qualsiasi essere senziente.

Sempre nel mese di marzo, in occasione del Giovedì Santo, è stata organizzata una "Via Crucis degli Agnelli" (quest'ultima grazie alla collaborazione con l'associazione PAN - Protezione Animali e Natura), un corteo per le strade del centro conclusosi con una performance "on the road".

Sono stati distribuiti a tappeto i classici volantini-cartolina "Buona Pasqua" e gli opuscoli con il menù per un pranzo pasquale senza crudeltà, il tutto condito da un sorriso e dall'invito ad una riflessione volta ad eliminare tutti gli animali dalle proprie tavole, e non solo gli agnelli, dato che spesso la risposta che spesso ci si sentiva dire era proprio "sono d'accordo con voi, io non mangerò agnello".

Laddove il passante era accompagnato dal proprio cane, l'invito a "fare il collegamento" colpiva nel vivo dello specismo più radicato: la frase "come mai alcuni animali li coccoliamo e altri li mangiamo?" sortiva spesso un buon risultato, la gente rispondeva positivamente a tale osservazione, quindi sembrava ben cosciente delle contraddizioni di cui ci si rende artefici/carnefici.

Notizia dal progetto di AgireOra Network: 'Iniziative inter-nazionali. Il progetto ha lo scopo di invitare gli attivisti di tutta Italia a partecipare, 4-5 volte l'anno, ad eventi organizzati contemporaneamente in più città, che possono essere eventi nazionali, o internazionali. [ Dettagli sul progetto 'Iniziative inter-nazionali' ]

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Autunno vegan

Salvare migliaia di animali in poche ore?

Scopri come!

Iscriviti alla Mailing list

Dettagli sulla mailing list

Segui le nostre attività: