Gara di dolci vegan a Pisa

Condividi:

03/01/2015

Ecco la testimonianza dell'organizzatrice.

Paola ha organizzato una riuscita gara di dolci vegan a Pisa lo scorso 14 dicembre. Ecco la sua testimonianza, con consigli su cosa fare e cosa NON fare per ottenere un evento di successo!

Testimonianza di Paola

Organizzare una Gara di Dolci Vegan per raccogliere fondi in favore di AgireOra Network era un obiettivo che mi ero fissata da tempo. Un impegno morale tutto mio personale dovuto, voluto, sperato in ringraziamento al giorno in cui camminando in città con i miei cani, ho posato lo sguardo sul manifesto gigante di AgireOra "Nato Libero", contro i circhi con animali; grazie a quell'incontro ho conosciuto AgireOra e da allora la mia vita si è positivamente trasformata e arricchita in tutto. Da quel giorno sono diventata vegana.

Un eterno GRAZIE a chi ha organizzato l'affissione di quei manifesti e ad AgireOra Network per il sostegno, la dedizione, la costanza con cui quotidianamente incita e sollecita il nostro attivismo per la Liberazione Animale.

Organizzare un'iniziativa benefit tipo la Gara di Dolci Vegan, unisce l'utile al dilettevole, anche se devo riconoscere che non è priva di momenti impegnativi.

Chi come me ama fare trekking in montagna può paragonare facilmente la realizzazione di questo evento, al programmare un'escursione di difficoltà medio alta, con un dislivello di qualche centinaio di metri, successivo gradito arrivo presso il rifugio, pausa pranzo e sosta riposo e per il ritorno un sentiero in foresta tutto in discesa con lieve pendenza, quindi, come dire... fantastico.

In pratica il tratto in salita consiste nella scelta della giusta location che deve avere almeno le seguenti caratteristiche di base: dimensione della sala in previsione delle adesioni, servizi igienici, parcheggio e prezzo d'affitto decente.

Superata questa scelta, ecco, siamo arrivati al Rifugio, alla meta prevista adesso dopo tanta fatica e sudore, possiamo goderci il panorama, l'aria profumata, il silenzio, l'acqua fresca un magnifico e goloso panino farcito con le più deliziose salsine VEGAN :-)))

Intendo dire che la parte più difficile è superata, adesso non resta che divertirsi a fare evento su facebook, realizzare le mascherine per preparare il tavolo, la scheda per le votazioni, scegliere i premi, insomma tutto ciò che riguarda l'allestimento e l'organizzazione affinchè il giorno della Gara sia perfetto o quasi :-)))

Questo significa mettersi in contatto con persone nuove, invitare amici e parenti, dialogare, condividere, divulgare un'alimentazione sana e non cruenta oltre che, in questo caso, golosa.

Volutamente insieme alle mie collaboratrici abbiamo investito particolari energie nell'invitare vicini di casa, parenti, compagni di scuola, persone del quartiere, anziani del circolo, giovani della parrocchia, famiglie con bambini, al fine di coinvolgere anche persone NON VEGAN in un'iniziativa animalista nella quale è protagonista il messaggio VEGAN.

Questa festa è stata realizzata grazie alle adesioni di molti dolcissimi "animalisti" che si sono messi in gioco con le loro fantastiche TORTE proprio per coinvolgere e informare tutti i partecipanti non vegan, su come sia facile soddisfare le esigenze delle papille gustative dei più golosi, pur non utilizzando latte vaccino, uova, burro, miele.

Mi permetto di sottolineare l'importanza di dover allestire al centro della sala un tavolo con opuscoli, pieghevoli, volantini, libretti informativi, locandine, libri, materiale informativo su tutti i temi legati allo sfruttamento degli animali e relative guide di cambiamento in positivo.

Nonostante la mia gaffe fenomenale (solo io potevo iniziare la premiazione della gara dal primo dolce classificato invece che dal terzo classificato) la festa è riuscita, i dolci dei pasticceri dilettanti erano tutti buonissimi, ben presentati, ottimamente realizzati, tutti hanno partecipato con impegno alla votazione e allo spoglio delle schede e infine è scoppiato un meritato applauso al dolce vegan più votato in assoluto: "Pan di Spagna con Pesche sciroppate e panna", realizzato da Elisa, di Lucca, mamma vegan, accompagnata dal marito e due simpatici bambini vegan.

ERRORI: desidero condividere con voi gli errori che riconosco di aver fatto nell'organizzare questo evento e invito chi ha partecipato e legge questa testimonianza a inviarmi suggerimenti e idee che possano migliorare che non rifarò qualora dovesse presentarsi l'idea di una seconda edizione:

- Non organizzarlo a dicembre: troppe iniziative e troppe distrazioni!

- Attaccare tante locandine dell'iniziativa entro i 15 giorni precedenti la gara

- Chiedere al quotidiano locale di pubblicare la notizia almeno 10 gg prima

- Accettare la prenotazione fino a un giorno prima della Gara di Dolci Vegan, altrimenti si presenteranno molte più persone non prenotate sia come Pasticceri che come Assaggiatori/Giuria.

Ringrazio con affetto tutti i Pasticceri gli Assaggiatori/giuria che hanno partecipato, grazie a tutti :-)))

V'invito a realizzare la Gara di Dolci Vegan nella vostra città, è un'esperienza positiva, entusiasmante, molto allegra; abbiamo conosciuto persone nuove, che non appartengono al solito "giro di volontari animalisti", gente di tutte le età, giovani e meno giovani, professionisti, studenti, commercianti, impiegati, uniti dalla stessa passione per la pasticceria con lo scopo di realizzare qualcosa di buono e bello, di mettersi in gioco proponendo e condividendo scherzosamente una creazione personale golosa senza ingredienti di origine animale.

In molti ci hanno ringraziato per l'iniziativa e ci hanno confermato che sarà gradito realizzare il bis.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

44%

Materiali per i bambini: il futuro sono loro. | Dettagli »

Obiettivo: Stampare materiali per bambini per un anno (1800 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!