L'epilogo dell'avventura di Sea Shepherd in difesa delle balene

Condividi:

19/02/2007

Il 14 febbraio le due navi della Sea Shepherd, che si trovavano in Antartideper boicottare l'attivita' di caccia alle balene delle navi giapponesi, sonostate costrette a tornare indietro, per mancanza di carburante, ma gliequipaggi si dichiarano soddisfatti di quanto ottenuto finora, e si preparanoper il prossimo viaggio di dicembre.

Dichiara il comunicato di Sea Shepherd:

La "missione impossibile" e' stata compiuta. Contro ogni probabilita', due navi sono giunte dagli estremi opposti del pianeta e hanno scovato la flotta di baleniere giapponesi che operava illegalmente al largo della costa dell'Antartide. Due branchi di balene sono stati salvati. La campagna ha mostrato al mondo le operazioni illegali della flotta giapponese che, senza alcuno scrupolo, stava uccidendo balene all'interno di una zona protetta.

Durante la "lotta" con la flotta giapponese, la nave di Sea Shepherd "Robert Hunter" e' stata speronata da una nave giapponese, e ora ha bisogno di riparazioni. La Farley Mowat stava per finire il carburante, e quindi entrambe le navi hanno iniziato a tornare verso il porto piu' vicino.

Dichiarano gli equipaggi delle due navi:

Ci prepareremo per tornare a dicembre di quest'anno con un equipaggio di persone determinate e dedite, per bloccare i piani della flotta giapponese che intende massacrare le belene. Sea Shepherd non si arrendera' mai alle operazioni criminali delle baleniere giapponesi. Saremo di nuovo qui l'anno prossimo, e, si spera, con una maggior supporto.

Il giorno dopo, quando le due navi di Sea Shepherd si erano gia' allontanate parecchio, la "nave-macelleria" dei giapponesi, la Nisshin Maru, ha preso fuoco, com'era gia' successo nel 1998, e l'equipaggio e' stato evacuato. Per la balene, questa e' una buona notizia, perche' la macelleria e' fuori uso, ma la nave conteneva moltissimo carburante, e ammoniaca usata per congelare la carne delle balene, e se queste sostanze si spargono in acqua possono causare un disastro per tutta la vita marina.

Secondo Sea Shepherd, questo incidente fara' si' che la flotta giapponese interrompa il massacro e ritorni in Giappone prima del previsto.

Fonte:
Sea Shepherd Begins Return from Antarctica, 14 febbraio 2007,
http://www.seashepherd.org/news/media_070214_1.html
Japanese Negligence Threatens Antarctic Ecosystem, 15 febbraio 2007,
http://www.seashepherd.org/news/media_070215_1.html

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

44%

Materiali per i bambini: il futuro sono loro. | Dettagli »

Obiettivo: Stampare materiali per bambini per un anno (1800 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

"Papà, raccontami ancora di quando le persone hanno smesso di uccidere gli animali per mangiarli."

La storia che studieranno le prossime generazioni la stiamo scrivendo noi adesso. Facciamo in modo che sia una storia migliore per tutti gli esseri viventi.

Scrivi la storia con noi