Presidio contro McDonald's "Per un'alimentazione senza uccisione"

Condividi:

30/05/2007

Un presidio in pieno centro citta' con striscioni, cartelloni e "megafonate" contro il consumo di carne e per un'alimentazione a base vegetale che non uccide nessuno, e' sempre un ottimo modo per farsi vedere e sentire, e per mettere le persone di fronte alle loro responsabilita': un hamburger e' un pezzo di cadavere di un animale prima torturato e poi ammazzato in modo violento, e sta a ciascuno di noi evitare questa violenza!

Organizzare un presidio non e' un lavoro di poche ore, ma e' un lavoro del tutto fattibile, che val la pena di portare avanti per essere visibili coi nostri messaggi davanti a decine di migliaia di persone.

Ecco una testimonianza del presidio del 19 maggio a Torino:

Il 19 maggio a Parigi c'e' stato il Veggie Pride, la "festa dell'orgoglio vegetariano", e noi abbiamo pensato di organizzare, come "sostegno a distanza", una manifestazione sullo stesso tema a Torino, che fosse sia di informazione che di protesta. Quale posto migliore del McDonald's di Piazza Castello, in pieno centro?

Oltre al presidio abbiamo anche richiesto il permesso di occupazione del suolo pubblico, cosi' abbiamo anche allestito li' vicino un gazebo con un tavolo informativo, un PC portatile e un monitor a 19 pollici che mostrava in continuazione il filmato "Meet your meat" (la versione in italiano). Un negozio li' vicino gestito da due ragazzi vegan ci ha gentilmente prestato la corrente :-)

Abbiamo anche allestito una mostra a cartelloni, come vedete dai due "totem" nella foto. Molte persone si sono fermate al tavolo, e tante altre hanno letto con interesse il volantino ricevuto (molte, ovviamente, l'hanno buttato via e basta, ma quello e' da mettere in conto), altre, specie ragazzi giovani, si sono fermati a guardare il video.

Al presidio eravamo in 25 circa, di cui 2 dotati di megafono, 5-6 che distribuivano volantini, e tutti gli altri che mostravano striscioni o cartelli con vari slogan, come potete vedere dalle foto. I volantini distribuiti sono stati oltre 2000 in 3 ore, e molte molte di piu' sono state le persone che hanno visto i cartelli e sentito il nostro "invito" al megafono: l'invito a smettere di mangiare animali!

Tra le varie cose ripetute al megafono piu' e piu' volte (perche' le persone che passavano erano sempre diverse, ovviamente) ci sono state spiegazioni del tipo "Non esiste la 'carne' esistono gli animali, prima torturati e poi fatti a pezzi in un lurido macello, e poi tritati, questo e' il vostro hamburger!" oppure "Non e' 'normale' torurare, non e' 'normale' ammazzare creature innocenti solo per sfizio, non e' 'normale' tutta questa violenza; non e' 'normale' solo perche' 'lo fanno tutti'!".

E poi i vari inviti a smettere di essere complici e mandanti di questa violenza, e a informarsi allo stand e sui siti, e a smettere di mangiare animali.

L'effetto non e' che si possa conoscere: certamente moltissime persone hanno visto che questa scelta puo' essere fatta e che ci sono persone - come noi - che la fanno (non crediate che tutti sappiano che la scelta vegetariana e vegan e' una cosa possibile e facile da fare), sono state costrette a smettere di "far finta di niente" davanti alla sofferenza e alla morte, e anche se di certo questo non basta a farli diventare tutti veg, certamente qualcuno si'. Tranne quelli che nel sentire o leggere le nostre frasi addirittura si arrabbiano, vanno su tutte le furie, come se stessimo facendo un torto a loro ;-)

Divertente l'episodio di una ragazzo che mi si e' avvicinato per fare la classica domanda del pomodoro che soffre. Mi ha chiesto, in una pausa dalle megafonate "Ma voi dite che non si devono uccidere degli esseri viventi, giusto?" "Ah, eccolo qua", ho pensato io "la domanda del pomodoro che soffre!" E gli ho detto, sorridendo: "No, MAI detto esseri viventi, io non dico mai esseri viventi, dico esseri senzienti. Vuoi farmi la domanda del pomodoro che soffre?" E lui "No, io veramente, no, non il pomodoro..." E io "Ah, non il pomodoro? La carota? La carota che soffre?" e poi, visto che ormai la sua baldanza era molto scemata, non ho voluto infierire oltre, e ho detto: "Tu volevi dire che anche le piante sono esseri viventi, ok, ma tu, in tutta sincerita', pensi che cogliere un pomodoro dalla pianta o sgozzare un gatto, sia uguale? Per te e' uguale fare una di queste due cose?" e lui, con la baldanza ormai a zero "No, no, certo che non e' la stessa cosa..." "Ok, allora, se siamo d'accordo su questo, e sul fatto che sei venuto qui per fare una domanda provocatoria, ma ti rendi conto da solo che un pomodoro e un animale non sono la stessa cosa e sarebbe molto stupido negarlo, adesso, capito questo, ti dico anche che per produrre 1 kg di carne servono 15 kg di vegetali, quindi, se tu sei davvero interessato a salvare le piante, devi smettere di mangiare carne perche' cosi' ne fai morire molte di piu', se non sei interessato a salvare le piante, lascia perdere questa domanda, e pensa agli animali che soffrono, non alle carote, vai a vedere il video, vai a vedere cosa fanno agli animali". A quel punto, rimasto senza parole, ha chiesto del latte, gli ho spiegato la sofferenza e la morte dei vitelli e delle mucche, la sorte che tocca ai bufalini, ed e' rimasto sinceramente colpito. Non fara' mai piu' a nessuno la domanda del pomodoro che soffre...

Testimonianza di: Marina

Se anche voi volete organizzare un presidio come questo, basta scegliere un sabato pomeriggio in centro citta', definire la data con almeno 5-6 settimane di anticipo, pubblicizzarlo in ogni modo possibile per far partecipare le persone, preparare dei cartelloni e striscioni e poi seguire queste indicazioni:
- Notifica alla Questura per tenere un presidio - come fare;
- Permesso di occupazione del suolo pubblico - come fare.
- Come allestire una mostra vegan
- Richiedi il video Meet your meat;
- Il megafono: e' importante, val la pena di investire 60-70 euro una volta per tutte e dotarsi di un megafono che sara' sempre utile. Si trova nei negozi che vendono apparecchiature elettriche, tipo GBC.

Anche senza tavolo informativo, il presidio e' utilissimo lo stesso! Portatevi semplicemente degli opuscoli di approfondimento da dare a chi e' interessato.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

44%

Materiali per i bambini: il futuro sono loro. | Dettagli »

Obiettivo: Stampare materiali per bambini per un anno (1800 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!