Pesticidi e test su animali

Condividi:

05/11/2007

L'Eurogroup chiede meno test su animali e maggior uso di metodi sostitutivi, per la messa in commercio dei nuovi pesticidi.

Il 23 ottobre, il Parlamento Europeo ha votato alcuni emendamenti alla proposta della Commissione sulla Direttiva che riguarda la messa in commercio dei prodotti chimici "a protezione delle piante" (sostanzialmente, pesticidi). La commercializzazione di nuovo prodotti prevede un gran numero di test su animali, e quindi l'Eurogroup for Animal Welfare (Eurogruppo per il benessere degli animali) aveva proposte degli emendamenti, che chiedevano di rendere obbligatoria la condivisione dei risultati (in modo da non ripetere i test ogni volta) e di incentivare l'uso di test di tosicita' senza animali.

Il Parlamento ha sostenuto le richieste dell'Eurogroup, e ora la proposta passera' al Consiglio, che dovra' adottare le sue decisioni entro la fine di gennaio.

Problematica

L'autorizzazione al commercio dei pesticidi (detti "prodotti per la salute delle piante") nell'Unione Europea è regolata dalla Direttiva 91/414/EEC, che prevede che ogni ingrediente e prodotto finale sia sottoposto a svariati test per valutare la sicurezza per l'uomo e per l'ambiente. Ogni ingrediente testato richiede l'uso di circa 6500 animali. Tutti i test sono obbligatori e si segue un approccio per cui e' obbligatorio eseguire un numero prefissato di test, qualsiasi sia la loro importanza per l'ingrediente testato e nonostante le informazioni già disponibili.

Qual è la situazione attuale?

La Commissione Europea sta revisionando la normativa. La proposta della Commissione è stata pubblicata il 12 Luglio 2006 ed è al momento nella prima lettura della procedura di codecisione (che da' al Parlamento Europeo e al Consiglio eguale potere decisionale).

La revisione punta a rafforzare la protezione della salute pubblica e l'ambiente, contribuire allo sviluppo sostenibile nell'agricoltura, aumentare la competitività per i produttori e aumentare la disponibilità dei prodotti per la salute delle piante agli agricoltori.

Tra gli scopi della revisione, c'e' anche la riduzione dei test sugli animali. La proposta richiede che i produttori mettano a disposizione i dati dei test sugli animali per evitare che vengano ripetuti. Non c'è tuttavia nessun meccanismo per assicurare l'accesso alle informazioni.

Che cosa chiede l'Eurogroup?

L'Eurogroup sta lavorando con i Membri del Parlamento Europeo e con gli Stati Membri per assicurare che nella nuova legislazione i test animali siano limitati il piu' possibile e rimpiazzati con test alternativi.

L'Eurogroup chiede:

  • la condivisione obbligatoria dei dati sui test animali condotti per evitare che questi siano ripetuti senza necessita';
  • l'inclusione di metodi alternativi che non richiedono l'uso di animali
  • l'inclusione di strategie di sperimentazione intelligente (un approccio flessibile in cui i dati raccolti sono valutati dopo ogni step, e le decisioni sulla necessita' di ulteriori informazioni sono prese in base ai risultati dei precedenti step)
  • di limitare la sofferenza a cui sono sottoposti gli animali durante i test

Fonte:
Eurogroup for animal welfare, Plant protection products, 25 ottobre 2007

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

44%

Materiali per i bambini: il futuro sono loro. | Dettagli »

Obiettivo: Stampare materiali per bambini per un anno (1800 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!