Adotta un'universita' a La Sapienza

Condividi:

03/03/2008

Quasi 700 volantini distribuiti e un'ottima risposta da parte degli studenti!

Il 14 febbraio 9 attivisti (Andrea, Antonella, Antonio, Cristina, Elisa, Giulio, Mario, Simone, Veronica con la partecipazione straordinaria di Nerina) hanno organizzato un volantinaggio presso l'universita' La Sapienza di Roma, nell'ambito del progetto "Adotta un'universita'". Il progetto, che trovate descritto qui Progetto "Adotta un'universita'" propone appunto di distribuire specifici volantini sulla scelta vegan agli studenti, come "target privilegiato" per questo tipo di informazione.

Dalle testimonianze vedrete che questi volantinaggi sono molto efficaci, ben diversi da un volantinaggio qualsiasi per strada. Non e' assolutamente necessario essere in gruppo per farli, anzi, consigliamo, per fare piu' volantinaggi senza essere rallentati dal dover prendere accordi con altre persone (trovare un giorno che vada bene per tutti e' tanto piu' difficile quanti piu' si e'!), di farli da soli, come singoli. Un paio d'ore davanti a universita' possono portare a risultati molto soddisfacenti!

Potete richiederci i pieghevoli "Perche' vegan?", che descrivono l'orrore di allevamenti e macelli e invitano a smettere di mangiare animali, scrivendo a info@agireora.org. I pieghevoli sono a offerta libera, non obbligatoria. Contate che per un paio d'ore di volantinaggio ne servono almeno 200 per persona. Scriveteci!

Testimonianza di Andrea

Nonostante l'assidua lotta contro chi distribuiva volantini pubblicitari che, oltretutto, rischiavano di indisporre le persone ad un nostro approccio, devo dire che ho riscontrato una bassissima percentuale di volantini gettati a terra o nei cassonetti e quindi almeno sul piano di un primo interesse ci sono stati dei buoni risultati; a questi va sommato il coinvolgimento di almeno cinque persone all'interno di un dibattito sull'alimentazione vegana che potrebbe aver sensibilizzato altrettanti carnivori e vegetariani poco convinti. Dal punto di vista organizzativo probabilmente non si è riusciti a dare il massimo ma il giudizio complessivo è più che buono e, anche questa volta, la nostra presenza non è stata sicuramente indifferente.

Testimonianza di Elisa

Nonostante non fosse periodo di lezioni e quindi l'università fosse poco affollata, la giornata ha sicuramente avuto risvolti positivi. Il nostro gruppo, costituito da nove persone, ha distribuito volantini ad ogni singolo studente presente nei giardini interni de "La Sapienza" e nella mensa.

I nostri metodi di approccio sono stati gentili e amichevoli, raramente qualcuno si è rifiutato di prendere il volantino. Sono del parere che il modo migliore per suscitare interesse ed invogliare le persone ad ascoltarci sia riuscire a instaurare un contatto con esse, mostrando un bel sorriso e chiedendo, gentilmente, se siano interessate. Ho notato che in questo modo la maggior parte degli studenti ha risposto a sua volta ringraziando con un sorriso, guardandoci direttamente negli occhi e NON passando avanti con "l'ennesimo inutile volantino in mano da gettare al più presto in un bidone (se non per terra)".

Purtroppo le persone realmente interessate a ricevere informazioni aggiuntive sono state poche e di vegetariani ne abbiamo incontrati solo un paio, ma il volantino e' solo un primo approccio, chi lo riceve potra' poi approfondire sui siti consigliati.

Credo che l'università sia il luogo più adatto per fare presa sulla coscienza e sensibilità delle persone: gli studenti sono giovani e hanno ancora voglia di ascoltare e di cambiare e, per la maggior parte, sono impegnati in lotte sociali e ambientaliste. Hanno forse solo bisogno di più delucidazioni, per questo credo che i banchi di informazione (con tanto di cibo e bevande vegan distribuiti gratuitamente) e il volantinaggio in università siano attività da portare avanti costantemente e frequentemente.

Testimonianza di Giulio

Per me è stata la prima partecipazione ad un'esperienza del genere. Da pochissimo tempo ho iniziato ad interessarmi a questo tipo di interventi e tra l'altro devo ammettere che sono solo 6 i mesi passati da vegan, perciò potrei non essere la persona più affidabile, visto che non ho molti punti di riferimento.

Però, forse, proprio perchè vengo da tutte altre esperienze e punti di vista posso dire che l'iniziativa ha funzionato. Prima di tutto ha funzionato con me, piuttosto disinformato su alcuni punti. Sono sempre stato molto diffidente nei confronti dei volantinaggi o verso qualunque tipo di approccio simile con sconosciuti frettolosi. Quindi diciamo che ero partito piuttosto prevenuto. Poi mi sono accorto che qualche frettoloso, una percentuale più alta di quella che immaginavo, si metteva a leggere il volantino, una buona fetta di questi non lo buttava ma se lo metteva in tasca e una minuscola fettina si è proprio fermata. Allora ho pensato di dare a questi ragazzi anche il pieghevole "Perché Vegan". Per dare un'idea, io non avevo molti di questi, ma li ho dati via tutti (e naturalmente non con la logica del volantinaggio d'assalto!).

All'inizio eravamo in tre davanti la mensa e la cosa divertente è stato vedere che dall'altra parte della strada c'era qualcuno che distribuiva altri volantini di un paninaro fast food, dove spiccava un paninozzo con salsiccia o qualcosa del genere. Dicevo, era divertente vedere che in molti buttavano il volantino del paninaro (a pochi passi da noi c'era una specie di angolo raccolta volantini sopra una colonnetta) e tenevano il "nostro" con mia grande sorpresa.

Concludendo: le impressioni sono state più che positive. Non so quanto in realtà possa aver messo la pulce nell'orecchio, però con me ha funzionato così: entri in contatto con queste cose una volta, poi un'altra, poi un'altra... alla fine ti viene il dubbio... spero che qualcuno quella sera sia andato a dormire con una piccola porzione di questo dubbio.

Testimonianza di Cristina

Comincio col dire che era la prima volta che partecipavo ad un volantinaggio del genere e non sapevo quanto potesse essere utile ma ho sempre pensato che è sempre meglio cercare di fare qualcosa pittosto che chiudersi nel menfreghismo più totale. Il fatto di aver scelto l'università come luogo per il volantinaggio, secondo me, è stata molto appropriata perchè è il luogo dove si può incontrare un elevato numero di persone, per di più giovani, con i quali un discorso del genere può essere portato avanti forse più facilmente che con persone di un'altra generazione.

A parte questo, non molte persone si sono fermate a chiedere informazioni più approfondite, ma tutti si mettevano a leggere il volantino appena ricevuto, a volte anche molto attentamente e questa è già una buona cosa, perché purtroppo questo tipo d'informazioni non arrivano quasi mai dai telegiornali, dalla scuola o da qualsiasi altro mezzo di comunicazione di massa canonico ed è quindi molto difficile entrare in contatto con questa realtà se prima non ne senti parlare in qualche modo... da un amico, da una radio, da un volantino... se qualcuno non t'incontra per la strada e non ti fa venire qualche dubbio chiedendoti: "sai cosa mangi?" E' difficile fare il collegamento senza avere nessuna informazione.

Quindi penso che alla fine l'esperienza sia stata positiva. Per me anche perché ci siamo conosciuti tra di noi e potremo così organizzare altre cose insieme; ma anche per gli altri, alla fine spero che qualche dubbio sia nato nella testa, o anche nel cuore, di quelli che leggevano il volantino.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

42%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi