Sea Shepherd torna a casa

Condividi:

18/03/2008

La Sea Shepherd torna a casa dopo diversi mesi trascorsi in mare a difenderele balene.

La nave della Sea Shepherd Conservation Society, la Steve Irwin, ha attraccato a Williamstown vicino Melbourne a mezzogiorno di sabato 15 Marzo 2008 mettendo fine ufficialmente alla campagna 2007-2008 per proteggere e difendere le balene dalla caccia illegale condotta dalla flotta di baleniere giapponesi nelle remote acque dell'Oceano del Sud.

"E' stata una lunga campagna," ha detto il Capitano Paul Watson, Fondatore e Presidente della Sea Shepherd. Tre mesi e mezzo e più di ventimila miglia coperte, e cosa più importante, più di 500 balene salvate da morte sicura. "Abbiamo avuto un gran successo quest'anno, e l'equipaggio è entusiasta degli obiettivi raggiunti."

All'arrivo in porto, la Steve Irwin è stata fermata dall'Australian Customs and Immigration, e anche dagli ufficiali dell'Australian Federal Police. Tutti i membri dell'equipaggio sono risultati liberi di lasciare la nave. Dopo che le varie autorità hanno lasciato la nave, due giornalisti della televisione giapponese sono saliti a bordo per fare delle interviste. Molta gente e' venuta a salutare e festeggiare i vari membri dell'equipaggio al loro sbarco per tutto il corso del pomeriggio.

Il Japanese Institute for Cetacean Research ha ammesso che non raggiungerà neanche la metà della quota stabilita di balene da uccidere, e ha pubblicamente attribuito il mancato raggiungimento del loro obiettivo alle azioni della Sea Shepherd.

"Possiamo essere stati condannati dai burocrati o politici, ma la popolazione australiana e' con noi," afferma il Capitano Watson. "Ancora più importante, mentre questi signori ci stavano criticando o stavano condannando le nostre azioni, noi stavamo salvando la vita alle balene, e solo questo val bene qualsiasi condanna da parte dei politici."

Nonostante i tanti mesi trascorsi in mare, il tempo per riposarsi sarà molto poco. Infatti, il 24 marzo l'altra nave della Sea Shepherd, la Farley Mowat, partirà dalle Bermuda alla volta del Canada per intervenire contro il massacro annuale dei cuccioli di foca che per quest'anno vede la quota stabilita di animali da uccidere a 325.000. Insieme al Capitano Watson andranno in Canada altri membri dell'equipaggio che hanno partecipato alla campagna Migaloo: Shannon Mann, Willie Houtman, Stephen Sikes, e Peter Hammarstedt.

Fonte:
Sea Shepherd, Sea Shepherds Home from the Sea, 15 marzo 2008

Traduzione a cura di Linda Possanzini

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

"Mamma, raccontami ancora di quando le persone hanno smesso di uccidere gli animali per mangiarli."

La storia che studieranno le prossime generazioni la stiamo scrivendo noi adesso. Facciamo in modo che sia una storia migliore per tutti gli esseri viventi.

Scrivi la storia con noi

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

32%

Spese per l'indispensabile infrastruttura informatica | Dettagli »

Obiettivo: 365 giorni di autonomia (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi