Sea Shepeherd paga un "riscatto" ai canadesi

Condividi:

18/04/2008

Farley Mowat paga il riscatto ai pirati per liberare il Capitano e il PrimoUfficiale della Sea Shepherd.

Grazie al pagamento del riscatto di 10.000 dollari pervenuto dal Capitano Paul Watson, dal pomeriggio del 14 aprile il Capitano Alex Cornelissen ed il suo Primo Ufficiale Peter Hammarstedt sono finalmente liberi dopo essere stati confinati in isolamento in Nuova Scozia.

"Quest'arresto è senza dubbio fuori legge," afferma il Capitano Watson. “Questi uomini sono stati prelevati con la forza dalla loro nave battente bandiera olandese in mare aperto e soprattutto in acque internazionali da uomini armati che si sono impadroniti della nave e hanno cominciato ad impartire ordini all'equipaggio. Si tratta di un atto di pirateria e perciò non si può parlare di cauzione, bensì di riscatto pagato a questi pirati."

Dopo il rilascio il Capitano Alex Cornelissen ha risposto a due giornalisti che affermavano che il Ministro della Pesca Loyola Hearn aveva asserito che la Farley Mowat si trovava in acque canadesi al momento dell'irruzione a bordo da parte degli ufficiali della Guardia Costiera.

"Il ministro Hearn è un vero bugiardo. Ci trovavamo a 35 miglia dalla terraferma quando siamo stati attaccati e non una sola volta abbiamo superato il limite delle 12 miglia. La mia nave è stata presa da pirati armati sotto la direzione del Ministro Federale della Pesca. Credo che avesse bisogno di fare qualcosa di stupefacente per distrarre l'opinione pubblica dalla sua responsabilità nella drammatica vicenda che ha visto la morte di 4 cacciatori di foche", afferma Cornelissen.

L'unità GPS presente a bordo della Farley Mowat ha registrato tutti i movimenti della nave, evidenziando il fatto che non è mai stato superato il limite delle 12 miglia.

Per assicurarsi il rilascio dei due ufficiali della Sea Shepherd il naturalista Farley Mowat si è impegnato in prima persona.

"Ho raccolto i soldi per il riscatto e confermo che utilizzerò tutte le mie risorse, sia finanziarie che non, per difendere l'equipaggio", racconta alla CBC l'anziano ambientalista. "Si tratta di un riscatto pagato a dei pirati visto che non è possibile definirli altrimenti", dichiara Mowat dalla sua casa di Port Hope. "Il grande genio Loyola Hearn ha deliberatamente incitato la Farley Mowat a fare qualcosa per fornire alla polizia (RCMP) la giusta occasione per intervenire e arrestarli".

Cornelissen ed il Primo Ufficiale Peter Hammarstedt hanno descritto il trattamento ricevuto dalle autorità Canadesi come bizzarro. Hammarstedt è stato accusato da un Mountie di essere un membro di Al Qaeda e gli è stato chiesto cosa stesse facendo il giorno dell'attacco alle torri gemelle. Sia Peter che Alex sono rimasti in silenzio per tutto il tempo non rispondendo a nessuna domanda posta dalle autorità.

"Secondo noi ci dobbiamo considerare prigionieri prelevati illegalmente dalla nostra nave in alto mare e forzati ad entrare in Canada. Non abbiamo collaborato con questa gente e mai lo faremo. Hanno agito senza rispettare la legge", dice Hammarstedt. "Tuttavia è stato affascinante vedere la mente burocratica di queste teste vuote in azione. Mi hanno portato prima da un ufficiale dell'immigrazione canadese in manette e avevo solo la maglietta sulla schiena.
Gli ufficiali della Federal Fisheries avevano già preso i miei soldi, il mio passaporto, e i miei oggetti personali ma nonostante ciò quest'uomo mi ha chiesto se avevo nulla da dichiarare. Mi ha chiesto se avevo armi o alcool. Poi se avessi più di 10.000 dollari in contanti con me e quanto tempo avevo intenzione di restare in Canada. Le sue azioni erano simili a quelle di un robot ed era chiaramente incapace di dedurre che era impossibile che avessi alcool o armi con me".

Nel frattempo il Premier Danny Williams ha etichettato il Capitano Paul Watson come "terrorista" in televisione. A tale proposito il Capitano Watson ha dichiarato, "il signor Williams dovrebbe arrestarmi o se no dovrebbe starsene zitto. Non sono mai stato accusato di aver provocato feriti e tanto meno morti, non faccio parte di nessuna lista di persone non gradite a bordo di aerei, e non mi è mai stato vietato l'ingresso in qualche paese ma soprattutto non ho mai messo in pericolo la vita dei miei uomini", dice Watson. "Sarei quindi curioso di sapere che genere di terrorista pensa che io sia? Williams è un altro politico che spara cavolate. Dovrebbe prima aprire un vocabolario e cercare le definizioni delle parole che ha intenzione di utilizzare".

Ad Hammarstedt è stato ordinato di tornare in Svezia mentre a Cornelissen in Olanda. Il Capitano Cornelissen ha intenzione di incontrare i rappresentanti del governo olandese per riferire l'atto di pirateria di cui sono stati vittime. La nave della Sea Shepherd, la Farley Mowat, è stata attaccata senza alcuna spiegazione plausibile.

Il presidente internazionale della Sea Shepherd, il naturalista Farley Mowat, è apparso alla televisione Nazionale per difendere la Sea Shepherd dagli attacchi del Governo.

La Sea Shepherd è stata attaccata nella House of Commons canadese. La storia sarà di dominio pubblico a breve con immagini del massacro delle foche pubblicate in tutto i mondo.

"Le azioni di Mr. Hearn sono state eccellenti per questa campagna," dice Watson. "La scorsa settimana scherzavo sul fatto che la miglior pubblicità che avremmo potuto avere era quella di essere assaliti in acque internazionali ma sembrava un’azione troppo da stupidi". Hearn ha reagito in modo isterico e nevrotico alle azioni della Sea Shepherd.

Il Capitano Watson ha detto ridendo, “Quando vuoi, dove vuoi, faccia a faccia, io e te per un dibattito, Loyola. Tu hai dato a me del codardo, ma tu hai il coraggio di fare un dibattito con me in pubblico?"

Fonte:
Sea Shepherd, Farley Mowat Pays Pirates Ransom to Free Sea Shepherd Captain and Mate, 15 aprile 2008

Traduzione a cura di Linda Possanzini

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

42%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!