Lettera al Presidente della Commissione Europea sulla vicenda austriaca

Condividi:

19/07/2008

Una lettera per sollevare ai vertici dell'UE il problema dei 10 animalisti arrestati.

Ieri, 18 luglio, è stata mandata la lettera che segue al presidente della Commissione Europea in merito alla vicenda dei 10 attivisti animalisti ancora imprigionati in Austria. La lettera è stata firmata da 3 parlamentari europei, 95 organizzazioni da varie nazioni nel mondo, 234 singole persone.

Al signor José Manuel Barroso - Presidente della Commissione Europea
In copia alla stampa

18 luglio 2008

Oggetto: Preoccupazioni sul mancato rispetto dei diritti umani in Austria

Nelle prime ore del mattino dello scorso 21 maggio, 23 tra appartamenti e uffici sono stati perquisiti da poliziotti austriaci mascherati che hanno puntato le loro armi contro persone terrorizzate. Sono stati sequestrati computer e documenti di alcune associazioni non-profit, danneggiando seriamente, o anche paralizzando, le loro attività.

Dieci cittadini austriaci sono stati arrestati con l'accusa di appartenere a quella che - secondo l'Articolo 278a del Codice Penale Austriaco - è definita come un'"organizzazione criminale". Finora non sono state mosse accuse dettagliate contro i detenuti, i detenuti non sono stati interrogati e viene rifiutato loro e ai loro avvocati l'accesso a molte delle presunte prove in mano all'accusa.

L'Articolo 278 è stato emanato nel 2002 per contrastare il traffico di droga, il traffico di esseri umani e altre gravi forme di criminalità organizzata. Eppure, ora viene utilizzato per la detenzione di dieci persone contro le quali nessuna accusa di questo genere è stata mossa.

Tutto questo fa nascere alcune importanti domande:

1. Dato che - dopo quasi due mesi di esame dei documenti e dei computer sequestrati - non è stata prodotta alcuna prova reale da parte dell'accusa che leghi i dieci arrestati a una qualsivoglia attività perseguibile, come si può ancora sostenere che esista una situazione in cui sia necessario il prolungamento della custodia cautelare?

2. Perché l'Articolo 278a, che era stato pensato per combattere i crimini gravi, viene ora usato contro il lavoro legittimo di associazioni non governative?

3. E' possibile che le autorità stiano usando l'Articolo 278a proprio perché esso consente dei periodi di detenzione eccezionalmente lunghi, rendendo così lecito tenere in carcere questi attivisti il più a lungo possibile?

4. Il fatto che negli ultimi anni in Austria gli attivisti animalisti abbiano - usando metodi strettamente legali - ottenuto un sostegno sempre maggiore nella società austriaca e abbiano ottenuto alcune notevoli vittorie legali nella loro lotta contro la crudeltà sugli animali, può aver portato a questo trattamento oltraggioso?

5. La Convenzione Europea sui Diritti Umani (Articolo 5) insiste sulla "detenzione [...] in base al ragionevole sospetto di aver commesso un reato" da parte dei detenuti, e sul fatto che questi abbiano "il diritto a un processo in un tempo ragionevole". Si può affermare che lo sprito di questo articolo sia stato rispettato in questo caso?

Esiste una seria e crescente preoccupazione per il modo in cui in Austria il diritto umano che garantisce la libertà di espressione è stato minato, mentre allo stesso tempo le attività legali di alcune associazioni vengono soffocate.

L'Austria come Stato Membro dell'Unione Europea deve rispettare i valori europei; deve essere impedito che in questa nazione vengano sgretolate le libertà fondamentali.

Perciò, chiediamo alla Commissione Europea di prendere posizione sul problema, per risolverlo al più presto e ripristinare la fiducia dei cittadini europei in un'Europa in cui la libertà di parola e la fiducia nelle più alte istituzioni siano valori fondamentali che non possono essere definiti superflui.

Nota:
Il presente documento è stato sottoscritto da 3 parlamentari europei, 95 organizzazioni da varie nazioni nel mondo, 234 singole persone. L'elenco dei sottoscrittori è disponibile alla pagina:
http://austriasolidarity.com/showart.php?articleid=6886

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

78%

Spese per l'indispensabile infrastruttura informatica | Dettagli »

Obiettivo: 365 giorni di autonomia (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi