Commenti alla mostra veg in libreria a Torino

Condividi:

12/12/2008

La mostra e' stata vista da centinaia di persone, alcune delle quali hanno lasciato un commento.

Nel mese di novembre 2008 e' stata allestita a Torino, alla libreria Feltrinelli, una mostra a pannelli sul tema della scelta vegan, utilizzando vari cartelloni delle mostre proposte dall'iniziativa Mostre vegan. Sono stati esposti per 20 giorni gli 8 pannelli della mostra fotografica sui macelli, piu' circa altri 20 cartelloni sui vari altri aspetti (impatto ambientale, salute, cucina), realizzando cosi' una mostra molto informativa e completa.

I clienti della libreria, molte migliaia passati di li' in 20 giorni, hanno cosi' avuto modo di venire a contatto con informazioni che non vengono mai date dai media. Molti di loro hanno preso i materiali informativi messi a disposizione al tavolino degli approfondimenti, e alcuni hanno lasciato anche un commento nel quaderno posizionato sul tavolino.

La maggior parte dei commenti, tutti positivi, sono venuti da persone gia' vegetariane o vegan, che sono rimaste contente dell'iniziativa e auspicavano di vederla ripresa anche in altri posti. Chiaramente, chi e' ancora carnivoro e viene a contatto per la prima volta con queste informazioni, difficilmente raggiungera' subito "l'illuminazione" e quindi e' improbabile che lasci un commento. Degni di nota, comunque, un paio di commenti di carnivori, molto simili tra loro, che da una parte indicano che il seme del dubbio ha iniziato a germogliare nelle loro teste, e dall'altra indica anche quanto sia davvero molto difficile superare i preconcetti e l'idea che sia "normale" mangiare animali.

Questi commenti dicevano in sostanza che gli animali dovrebbero semplicemente essere trattati meglio, e uccisi senza sofferenza, e allora mangiare carne sarebbe lecito. Speriamo vivamente che queste due persone abbiano in seguito letto i nostri materiali e si siano informati meglio... in modo da capire che quello che propongono da un lato e' semplicemente IMPOSSIBILE - fino a che si mangia carne a ogni pasto, gli animali continueranno a essere allevati in numero enorme e quindi trattati sempre peggio - e dall'altro lato non ha un senso logico. Se ci si preoccupa della sofferenza degli animali, significa che si capisce che sono esseri senzienti, che provano emozioni e sentimenti. E se si capisce questo, l'unica conseguenza logica e razionale e' che non e' ammissibile ammazzarli per sfizio culinario. Il ragionamento e' semplice, meno semplice e' abbandonare abitudini e il comodo "cosi' fan tutti" e comportarsi secondo i propri principi.

Noi speriamo comunque che iniziative come questa servano appunto a questo: mostrare alle persone che vivere secondo il principio di rispetto della vita di tutti si puo' (si deve, anche, ma intanto mostriamo che si puo') e che ci sono moltissimi motivi per farlo.

Questa mostra puo' essere realizzata in qualsiasi citta', i materiali da stampare sono tutti a disposizione: invitiamo tutti a provare ad allestirla in librerie, biblioteche, per strada... Grazie.

Guarda la galleria fotografica completa

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

"Mamma, raccontami ancora di quando le persone hanno smesso di uccidere gli animali per mangiarli."

La storia che studieranno le prossime generazioni la stiamo scrivendo noi adesso. Facciamo in modo che sia una storia migliore per tutti gli esseri viventi.

Scrivi la storia con noi

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

42%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi