I cacciatori di balene sono stati raggiunti

Condividi:

21/12/2008

La Sea Shepherd scova la flotta di baleniere giapponesi e parte all'attacco!

Li abbiamo trovati!

L'equipaggio della nave della Sea Shepherd Conservation Society, la Steve Irwin, ha scovato la flotta di baleniere giapponesi, a meno di una settimana dalla partenza dal porto di Hobart, in Tasmania. La Yushin Maru # 2 è stata colta di sorpresa oggi nella nebbia e tra i ghiacci. L'equipaggio della Sea Shepherd ha immediatamente lanciato verso la nave delle "bombe" di burro rancido.

Le baleniere giapponesi sono state colte in flagrante nelle acque territoriali australiane mentre svolgevano operazioni di caccia alla balena in completa inosservanza dell'ordinanza della corte federale australiana del gennaio 2008 che vieta tale caccia nella zona di esclusione economica australiana.

La Sea Shepherd vuole applicare questa ordinanza e le altre leggi internazionali di salvaguardia delle specie marine, in questo caso delle balene in via d'estinzione in una zona sancita come santuario delle balene, in violazione della moratoria internazionale sul commercio di carne di balena. Lo facciamo in accordo con i principi stabiliti dalla United Nations World Charter for Nature.

La Sea Shepherd chiede al Governo Australiano il permesso di interrompere tutte le operazioni illegali della flotta giapponese nelle acque territoriali australiane. I cittadini australiani a bordo della Steve Irwin intendono applicare le leggi contro le attività illegali della flotta di invasione giapponese.

"C'è una linea tratteggiata che sulle mappe definisce queste acque come proprietà del governo australiano", dichiara il capitano Paul Watson, Fondatore e Presidente della Sea Shepherd. "Alcuni membri del governo australiano affermano che il Giappone non riconosce l'autorità australiana e perciò non si può fare nulla. Gli australiani dovrebbero ricordare che i rappresentanti del loro governo, nel 1942, non si sono arresi così facilmente quando i giapponesei si sono rifiutati di riconoscere la sovranità dell'Australia. Se l'avessero fatto, oggi ci sarebbero delle basi di baleniere giapponesi in Australia."

"E' stato relativamente semplice trovarli. E' bastato mettersi nei loro panni. Loro si aspettavano che noi iniziassimo la nostra ricerca dalla parte est del mare di Ross dove normalmente le baleniere iniziano la caccia. E noi pertanto abbiamo supportato questa idea dando false indicazioni che ci vedevano puntare verso est. Invece, abbiamo iniziato la nostra ricerca dalla parte ovest, dirigendoci verso il sud-ovest della Tasmania. Abbiamo perfino inviato un falso report per depistarli in cui affermavamo di volare sopra l'isola McQuarie per fare delle riprese dall'alto e questa strategia ha funzionato alla grande. Giunti alla fine della giornata li abbiamo visti proprio dove immaginavamo che fossero - in un'area in cui non avrebbro dovuto essere. Stavano cacciando tra i ghiacci. Forse nel tentativo di tenersi nascosti, cacciavano in un'area compresa tra la banchisa e gli iceberg. Ma ora siamo qui per fermarli".

Fonte:
Sea Shpeherd, Sea Shepherd Finds and Engages the Japanese Whaling Fleet!!!!!

Traduzione a cura di Linda Possanzini

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

44%

Materiali per i bambini: il futuro sono loro. | Dettagli »

Obiettivo: Stampare materiali per bambini per un anno (1800 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!