Sea Shepherd annuncia il nuovo progetto di ricerca in Antartico

Condividi:

02/07/2009

La Sea Shepherd lancia la VI Campagna in difesa delle Balene: Operazione Waltzing Matilda

24 giugno 2009 - Funchal, Madeira, Portogallo - La Sea Shepherd Conservation Society annuncia ufficialmente l'Operazione Waltzing Matilda - la sesta campagna di Sea Shepherd in difesa delle balene del Santuario dell'Oceano del Sud dai bracconieri giapponesi.

All'incirca 30 giornalisti hanno preso parte alla conferenza stampa, nonostante l'insistenza del direttore dell'hotel nel far passare il meeting senza troppa pubblicità e nell'organizzarlo quasi nascosto dietro al bar dell'hotel.

"Si tratta di un progetto di ricerca", ha dichiarato il Capitano Paul Watson. "Abbiamo deciso di mostrarci solidali con i progetti giapponesi, australiani e neozelandesi. Il nostro obiettivo primario è la ricerca di metodi non letali per difendere le balene. Ovviamente questo potrà comprendere una ricerca sullo spessore della lamiera delle navi giapponesi, stress test degli scafi, l'analisi della verniciatura, e anche l'osservazione del comportamento dei balenieri in risposta a stimolazioni olfattive".

Per illustrare il tema di ricerca della campagna della Sea Shepherd, il responsabile della Sea Shepherd in Olanda, Laurens de Groot e il responsabile Sea Shepherd UK, Steve Roest, hanno indossato delle ciambelle gonfiabili a forma di gommone con scritto sopra "ricerca" e si sono muniti di arpioni in gommapiuma per cacciare i delegati dell'IWC. Nel loro tentativo di prelevare "campioni di tessuto" dei delegati a scopo di ricerca, hanno avuto difficoltà nello scovare i cacciatori di balene. Tuttavia, il ministro dell'Ambiente australiano Peter Garrett si è innocentemente imbattuto nella rotta degli arpioni e poiché l'Australia sta apparentemente sostenendo il massacro di balene in Groenlandia, è stato considerato un obiettivo legittimo.

La Sea Shepherd Conservation Society farà ritorno nelle acque dell'Antartico a dicembre per la sesta Campagna in difesa delle Balene. Quest'anno la Sea Shepherd invierà due navi nel Santuario delle Balene, la Steve Irwin completamente rimessa a nuovo e forse la Earthrac, un veloce intercettatore.

A bordo anche quest'anno ci sarà la troupe di Animal Planet che farà le riprese per la terza stagione del documentario Whale Wars.

"Abbiamo intenzione di utilizzare una delle più potenti armi anticaccia a nostra disposizione: una troupe televisiva", ha dichiarato Laurens de Groot, responsabile della Sea Shepherd in Olanda. "Le telecamere sono più potenti dei cannoni e le nostre munizioni sono la nuda verità sulla caccia illegale alle balene. Abbiamo intenzione di concentrarci sui crimini commessi dai giapponesi e vogliamo affondare la flotta di baleniere giapponesi - economicamente".

Un equipaggio internazionale di volontari porterà la nave in antartico ma la campagna di quest'anno avrà una faccia australiana. Per questo motivo è stato scelto il nome Operation Waltzing Matilda, il logo non ufficiale dell'Australia.

"Gli australiani sono i più appassionati difensori di balene del pianeta", ha affermato il Capitano Watson. "L'Operazione Waltzing Matilda rifletterà la nostra gratitudine per l'Australia per l'incredibile sostegno ricevuto fin dal 2005 dalla fantastica gente di questa stupenda nazione. La Steve Irwin lascerà l'Australia a dicembre con a bordo un equipaggio in maggioranza australiano."

Kylie Herd, un membro dell'equipaggio di Perth che ha partecipato alla conferenza IWC a Madeira, ha spiegato: "Il nostro logo quest'anno ricalca la figura che decora gli aerei da combattimento delle leggendarie Tigri Volanti che hanno combattuto le forze imperiali giapponesi in Cina. I colori della bandiera aborigena e di quella australiana sono stati incorporati nel logo, con il canguro pirata che regge il tridente della giustizia di Nettuno. Intendiamo arrivare nell'Oceano del Sud e danzare pericolosamente con la flotta baleniera giapponese e intendiamo mostrare una Matilda piena di tattiche difensive per le balene contro i bracconieri giapponesi".

La partenza della campagna in difesa delle balene Operation Waltzing Matilda è prevista per il primo dicembre 2009.

Come sempre, la Sea Shepherd ha in serbo alcune nuove sorprese per i pirati giapponesi e quasi sicuramente anche i balenieri avranno sorprese per noi. Gli scontri diventano sempre più duri ogni anno che passa, perché i cacciatori stanno perdendo sempre più soldi. La Sea Shepherd intende restare in Antartico finchè l'ultimo arpione non avrà smesso di uccidere per sempre nel Santuario delle Balene. Non esiste la parola ritirata per la Sea Shepherd, esiste solo la parola vittoria o sconfitta per le balene e noi non intendiamo vedere le balene sconfitte, né lasciar vincere questi macellai barbari e assassini.

Fonte:
Sea Shepherd, Sea Shepherd Announces New Antarctic Research Project, 24 giugno 2009

Traduzione a cura di Linda Possanzini

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

42%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!