Tentativo di arresto del capitano della Shonan Maru N. 2

Condividi:

18/01/2010

Il capitano dell'Ady Gil tenta di consegnare un mandato di arresto al capitano della Shonan Maru N. 2.

Venerdiì 15 gennaio 2010, l'equipaggio della nave della Sea Shepherd Conservation Society "Bob Barker" ha colto di sorpresa, inseguito e sfidato la Shonan Maru N. 2, una nave della flotta illegale giapponese addetta alla sicurezza. Il confronto ha avuto luogo tra le 20:30 e le 12:30 (AEST).

La Shonan Maru N. 2 ha da poco raggiunto una triste notorietà per aver attaccato in modo violento la nave di Sea Shepherd "Ady Gil", minacciando la vita del suo equipaggio e facendo affondare l'imbarcazione per i troppi danni subiti. Ma oggi la Shonan Maru N. 2 era in fuga dalla Bob Barker, anche se non avrebbero avuto nulla da temere, visto che Sea Shepherd si attiene a un comportamento strettamente non violento e ha una storia di oltre 30 anni senza incidenti causati né ferite gravi riportate dai suoi equipaggi.

Secondo la legge della Nuova Zelanda, un cittadino ha il potere di emettere un mandato di arresto contro una persona sospettata di un crimine che preveda una pena di oltre 8 anni di prigione. L'accusa di tentato omicidio ricade in questo caso, e quindi il capitano Pete Bethune si è comportato come prescrive la legge della Nuova Zelanda nel suo tentativo di consegnare un mandato d'arresto al capitano della Shonan Maru N. 2, il quale ha deliberatamente affondato la sua nave e quasi ucciso l'equipaggio e lui stesso.

Dopo un lancio a sorpresa, una delle piccole barche di Sea Shepherd si è avvicinata alla Shonan Maru N. 2 e lungo un periodo di 4 ore la Bob Barker ha lentamente accorciato le distanze e iniziato a sfidare la nave giapponese, ordinandole di fermarsi e di sottomettersi all'arresto per il reato di tentato omicidio dell'equipaggio dell'Ady Gil. Ogni manovra evasiva della Shonan Maru N. 2 costa velocità ai balenieri.

Ha dichiarato il capitano Paul Watson, presidente e fondatore della Sea Shepherd: "Il capitano Pete Bethune non aveva altra scelta se non tentare lui stesso di consegnare il mandato d'arresto. Quaggiù ai confini col nulla, senza sostegno del suo governo, si è trovato a essere l'unico sceriffo in città. Il capitano di una nave che viene affondata da un un altro capitano ha l'autorità di consegnare il suo attaccate alla giustizia. Il capitano Bethune non ha fatto altro che tentare questo."

I vari tentativi di questa nave baleniera illegale per scoraggiare le piccole imbarcazioni inviate dalla Bob Barker sono stati l'utilizzo di apparecchi acustici ad ampio raggio (LRAD), di diversi cannoni ad acqua ad alta pressione, e di manovre evasive. Alcuni membri dell'equipaggio della Shonan Maru N. 2 avevano anche dei cilindri sulla schiena attaccati a dei dispositivi manuali non ancora identificati che sembravano armi.

Una volta chiaro che la Shonan Maru N. 2 non si sarebbe sottomessa all'arresto, la Bob Barker si è girata per continuare la caccia alla nave fabbrica della flotta illegale giapponese. Sarà un'operazione difficoltosa, con la Shonan Maru N. 2 che continua a controllare e seguire la Bob Barker, ma la nave di bandiera di Sea Shepeherd, la Steve Irwin, è anch'essa alla ricerca della flotta baleniera, e ci sono buone speranze che la casa insaguinata galleggiante nota col nome di Nisshin Maru venga presto localizzata - e bloccata.

Fonte
Sea Shepherd, Ady Gil Captain Attempts to Serve Arrest Warrant to Captain of the Shonan Maru No. 2, 15 gennaio 2010

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

32%

Spese per l'indispensabile infrastruttura informatica | Dettagli »

Obiettivo: 365 giorni di autonomia (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi