Testimonianze per "Buona Pasqua 2010"

Condividi:

04/04/2010

Circa 120 iniziative in oltre 100 citta', oltre 110.000 volantini distribuiti!

L'iniziativa "Buona Pasqua" 2010, che aveva lo scopo di sensibilizzare le persone a NON mangiare l'agnello a Pasqua, né nessun altro animale, ha avuto un'ottima partecipazione: circa 30 eventi organizzati nelle piazze più altri 90 volantinaggi e distribuzioni in buca delle lettere in altre 75 città, per un totale di 110.000 volantini "Buona Pasqua" più altre migliaia di copie di materiali informativi di approfondimento sulla scelta vegan.

Ecco alcune testimonianze degli attivisti che hanno organizzato sit-in o tavoli informativi: prendete spunto per partecipare l'anno prossimo! :-)

Oltre alle foto mostrate in questa pagina, è disponibile la Galleria fotografica con altre foto, più un grande.

Ital - Tortona

Nonostante la giornata poco primaverile, il nostro banchetto in via Emilia, allestito alle 15 sotto i portici, ha ottenuto un buon riscontro, ed a fine giornata erano terminati i 700 volantini che ci eravamo preparati. La stragrande maggioranza delle persone, che nonostante la giornata hanno passeggiato in centro, ha accettato il nostro invito per una Pasqua alternativa e senza sangue.

Poche, e comunque molto cordiali, le opinioni in disaccordo, cosa che ci ha fatto apprezzare il clima (umano) di Tortona.

Sul banchetto era anche presente un video che in loop mostrava un filmato sulla macellazione degli agnelli, e mi ha particolarmente colpito il fatto che attirasse maggiormente i bambini, che seppur visibilmente disgustati restavano a guardare, a differenza di alcuni adulti che invece ne rifiutavano la vista (questo è indice della nostra coscienza prima che venga sepolta dall'educazione).

Verso le 20 smontiamo, ci complimentiamo per il buon esito della giornata e ci rinnoviamo la fiducia per il successo anche del prossimo banchetto!

Luisa - Torino

Il presidio è andato benissimo, eravamo in 25, abbastanza per montare tutto il carrozzone. Il video della macellazione degli agnelli, della durata di 7 minuti, trasmesso sul 55 pollici per 4 ore consecutive ha avuto un costante pienone di spettatori, tutti "volantinati" senza sosta. Penso che alla fine si siano fermate davanti alla tv almeno 1000 persone (chi per un minuto, chi per tutti e sette).

Esiti? Non li possiamo sapere, certo è che "dalle facce" si può "ipotizzare " che molti abbiano fatto per la prima volta la connessione costina-animale. Megafono e spiegazioni individuali hanno spinto tutti ada approfondire l'argomento "go vegan".

NESSUNO ci ha detto che simili immagini non fossero da trasmettere. Alcuni ci hanno RINGRAZIATI per aver fatto informazione. C'è poi una frase del pubblico che spesso ricorre e che mi fa tanta tenerezza: "Ma perchè queste immagini non le fanno vedere in tv?". Eggià...

Max - Lugano (Svizzera)

La giornata di sensibilizzazione contro le stragi pasquali e per il MeatOut Day a Lugano (Canton Ticino - Svizzera) ha suscitato un interesse incredibile!

Hanno avuto un ruolo decisamente scioccante ed efficace le lapidi (messeci gentilmente a disposizione dall'Associazione Oltre la specie) che hanno attirato l'attenzione di tantissimi passanti (lo stand era situato di fronte al principale centro commerciale della città per tutta la giornata di sabato): effetto shock, ma anche oppurtunità di informazione, sia grazie ai testi sulle lapidi sia con i vari pannelli informativi esposti e le centinaia di volantini e materiale informativo nostro e di AgireOra che abbiamo distribuito.

Ovviamente l'idea di offrire gratuitamente qualche golosità vegan (dolce e salata) è stata come una ciliegina su una buona torta... vegan! :-)

La Radio della Svizzera italiana (Rete3) ci ha offetto l'opportunità anche di spiegare, con un'intervista, il senso della giornata sia per quanto riguarda l'alimentazione veg e il MeatOut day, sia per denunciare il massacro di cuccioli per Pasqua.

Luca - Milano

Sono le 15 quando io, Luciente, Carlo, Riccardo e Serena ci troviamo a Largo Cairoli per sistemare i cartelloni e prepararci a distribuire gli inviti ad una Pasqua senza crudeltà: "La Pasqua sarà davvero buona solo se si elimina la crudele usanza di ammazzare i giovani agnellini!". Carlo sistema i nostri due cartelloni a grande impatto visivo attaccandoli su un palo della luce, ad altezza d'uomo, uno sopra l'altro, così da colorare la piazza in contrasto con il diffuso grigiore milanese.

Cominciamo a volantinare, ma all'inizio poche persone si fermano a prendere il volantino e guardare i cartelloni, ma non mancano nemmeno gli interessati, i curiosi, quelli che timidamente prendono il volantino e si fermano a leggerlo davanti a te, in attesa di capire se valga la pena approfondire oppure sia il caso di restituire uno sbuffo, un sorriso, una smorfia in feedback della cartolina raffigurante un dolcissimo agnello disteso in mezzo all'erba, che chiede solo di poter festeggiare la Pasqua senza venire ammazzato.

Alle 16 la piazza si rinfoltisce di attivisti vegan: arrivano i nostri! In rapida successione, ci raggiungono a dare man forte Ornella e sua figlia, Leonardo, due amici di Serena, Alessandra e Francesca. Chiaro sintomo di questa ritrovata copiosità si riflette nel nostro fitto brulicare per la strada, come foglie mosse dallo scirocco ci muoviamo tra il cemento ed i passanti, destando in loro curiosità per la nostra vivace agitazione. Ora sono in molti a fermarsi davanti i cartelloni, sempre più persone accettano (ed anzi, chiedono con lo sguardo) i nostri volantini, le nostre cartoline; a macchia d'olio, riempiamo Cairoli di antispecismo, e la nostra manifestazione non passa più inosservata.

Centinaia, migliaia di volantini sono ora nelle tasche, nelle case, nei pensieri di altrettanti cittadini milanesi. Speriamo che, a Pasqua come nel resto dell'anno, si ricordino di quella quindicina di ragazzi e ragazze, in largo Cairoli, di quell'invito ad un'esistenza non cruenta: speriamo che il nostro impegno abbia fatto la differenza!

Massimo e Daniela - Pordenone

Anche quest'anno abbiamo aderito all'iniziativa "Buona Pasqua" con un tavolo informativo in pieno centro a Pordenone (sabato 20 marzo). Abbiamo distribuito 1000 volantini e un buon numero di menù di Pasqua. Il materiale di approfondimento, a disposizione di quanti si sono dimostrati maggiormente interessati avvicinandosi al tavolo, era vario e completo. Crediamo molto in queste iniziative, e grazie a tavoli informativi come questo stiamo cercando, nel nostro piccolo, di dare una testimonianza sulla scelta vegan e su uno stile di vita senza crudeltà.

Nonostante ciò dobbiamo a malincuore riconoscere che ancora molta, troppa gente, è totalmente refrattaria a qualsiasi stimolo di riflessione sulle questioni etiche. L'animale continua ad essere considerato da molti un anello della catena alimentare più che un essere senziente. La strada da percorrere è ancora lunga, ma vogliamo credere e ci auguriamo che, tra le mille persone che hanno ricevuto il volantino "Buona Pasqua" , ci sia più di qualcuno che prenda seriamente in considerazione la possibilità di celebrare una Pasqua davvero buona, nel rispetto degli animali.

Ivana - Trento

Il tavolo informativo è andato molto bene anche perchè lo abbiamo fatto in concomitanza con il Movimento Vegetariano No alla Caccia che raccoglieva firme contro la caccia. Eravamo in molti, tra tutti circa una ventina di persone... si è fermata moltissima gente, molti anche per firmare contro la caccia. Abbiamo trasmesso il video sul macello degli agnelli anche se di giorno la visibilità sul pc è molto ridotta ma i pianti degli agnelli si sentivano bene. Solo sul tardi verso il crepuscolo le immagini risultavano più nitide.

Abbiamo volantinato e distribuito tutte le cartoline di Buona Pasqua che avevamo, e non solo, abbiamo anche dato i materiali di approfondimento a varie persone.

Danila - Verona

E' andata molto bene, come al solito abbiamo volantinato le cartoline assieme alle ricette di pasqua. Discreto interesse per la mostra fotografica, qualcuno ha fatto domande, qualcuno ha risposto che l'agnello non lo mangia più già da parecchio a Pasqua, qualcun altro ha voluto qualche volantino in più sulla scelta veg. Alla prossima iniziativa, sempre pronti e battaglieri!

Eleonora - Napoli

A Napoli abbiamo allestito un tavolo informativo con volantinaggio in una piazza del centro, con opuscoli e materiali di approfondimento sulla scelta vegan ed esposizione di cartelloni e mostra fotografica sui macelli. Eravamo in parecchi, e in tutta la giornata abbiamo distribuito più di 3000 volantini-cartolina. Personalmente ho notato che la maggior parte delle persone lo prendeva volentieri perchè attirata dall'immagine dell'agnello libero nel prato, alcuni commentavano quanto fosse carino il cucciolo in foto, e poi ho visto che molti giravano il volantino e leggevano attentamente quello che era scritto dietro. Sono state parecchie le persone che si sono fermate a guardare la mostra fotografica, e buona parte di loro venivano poi al tavolo informativo a chiedere del materiale, che abbiamo distribuito in abbondanza.

Ho notato che le persone sono state molto colpite dalle foto dei macelli, molto lontane dalla realtà che immaginavano, in particolare una ragazza è scoppiata a piangere e un ragazzo mi ha detto che dopo averle viste non voleva più mangiare carne. Un altro ragazzo invece ci ha chiesto se avevamo modificato noi le foto per renderle così impressionanti (!), tanto che non gli sembrava vero quello che vedeva.

Il mio unico cruccio è quello di non essere riuscita neanche stavolta a proiettare il video, perchè penso che molti restino indifferenti fino a che non vedono qualcosa di shockante che li turbi e li metta davanti alla realtà dei fatti. Ad ogni modo speriamo anche stavolta di avere seminato qualcosa di buono e che almeno qualcuna delle persone con cui abbiamo parlato inizi seriamente a riflettere sul massacro di animali a cui contribuisce ogni giorno, di agnelli ma anche di tutti gli altri animali...

Simona - Lendinara (RO)

Abbiamo il privilegio di essere attivisti animalisti. Cosa significa questo? Vuol dire che siamo riusciti a fare quel passo che ci ha permesso di abbattere quell'invisibile muro che fa sì che alcuni animali non siano visti come esseri viventi, ma come cose delle quali disporre a nostro piacimento. Non è raro parlare con persone che si dichiarano amanti degli animali per scoprire subito dopo che in realtà sono amanti esclusivamente di cani e gatti. Non sprecheremo mai abbastanza fiato per far capire che un gatto è un cane è una mucca è un agnello è un bambino... Fondamentale è l'educazione al rispetto di TUTTI gli animali, un passaggio di conoscenza che troppo spesso viene vista come ingerenza dalle persone che approcciamo.

Una delle strade da noi scelte per educare il pubblico sono gli assaggi vegani che offriamo gratuitamente. Vogliamo dimostrare che cambiare alimentazione al giorno d'oggi non è assolutamente difficile ed è SOPRATTUTTO gustoso. Sono lontani i tempi in cui si pensava che essere vegetariani significava mangiare tristi insalate o piatti di verdure grigliate accompagnati da ingrassantissimo pane. Questa Pasqua abbiamo intitolato l'evento "Buona Pasqua per TUTTI - agnellini compresi" ed abbiamo piazzato il nostro ricco tavolo all'interno di un centro commerciale di una città di periferia, Lendinara. Siamo riusciti a coinvolgere alcuni amici nella realizzazione dei piatti con risultati davvero stupefacenti!

Erik e Michela hanno proposto degli squisiti vegburger di fagioli e funghi, Giovanna degli invitanti biscotti alle mandorle e Linda una bella e buona torta salata di cipolle e olive nere. Ad ogni persona che si avvicinava veniva fornito il volantino "Buona Pasqua" assieme ad altro materiale informativo. Diverse sono state le persone che hanno dichiarato di non mangiare mai l'agnello, ma ovviamente altri animali sì, e quelle che hanno trovato incredibile poter cucinare dolci e piatti salati senza l'utilizzo di alimenti di origine animale.

Minny - Taranto

Noi a Taranto abbiamo fatto una protesta silenziosa ma molto efficace nei due week prima di Pasqua. Abbiamo fatto i comunicati stampa ed è venuto a riprenderci anche una TV locale. Vestiti così le persone si fermavano, ci dicevano che avevamo ragione, alcuni si complimentavano... altri dicevano che anche il cavolo o la cicoria hanno una mamma... o se ne andavano chiedendo urlando cosa si può mangiare se non si mangia carne... (meno male che avevamo le maschere per non far vedere le nostre facce schifate a tali affermazioni)

Comunque mi sento di dire che davvero è andata bene. Tanta gente ci ha visti, si è fermata a riflettere e si girava disgustata alle immagini che gli avevamo messo davanti. Spero che a qualcosa sia servito... noi ce l'abbiamo messa tutta!

Laura - Brescia

A Brescia il sit-in Buona Pasqua si è svolto nelle giornate del 13-14 e 20 di marzo. Eravamo attrezzati anche di pc portatile per la proiezione del filmato "Il massacro degli agnelli" ed avevamo allestito anche una piccola mostra fotografica sulla macellazione. Le persone accettavano il volantino ed a volte inorridite dalle foto e/o filmato facevano commenti disgustati su questo massacro; c'era molto interesse da parte delle persone, sopratutto avendo messo ben in evidenza ciò che succede: non era possibile non vedere. Penso che sia molto importante evidenziare e mettere sotto gli occhi di chi fa finta di non vedere cosa accade realmente. Una tre giorni da ripetersi!

Mimmo - Caserta

Quest'anno, complici le elezioni ed il cambio d'orario, le principali vie casertane erano meno gremite rispetto alla precedente edizione. In ogni caso, l'essere fuori ad una chiesa proprio la domenica delle palme ed aver mostrato ai fedeli cosa accade a dei cuccioli di agnello a causa di una tradizione che nulla ha di cristiano, è servito certamente a gettare il seme della consapevolezza.

Veganimalisti - Lecce

I VegAnimalisti hanno organizzato l'iniziativa "Buona Pasqua" duurante il week-end del 20 e 21 marzo scorsi a Lecce. L'ubicazione del nostro gazebo, posto in un punto strategico, proprio lungo il corso principale, ci ha permesso molta visibilità e in effetti il riscontro è stato migliore rispetto ad altre iniziative. Complice il bel tempo, il fatto che la strada su cui ci trovavamo è quella del passeggio leccese, ma, soprattutto, la mostra fotografica di forte impatto, molta gente si è fermata al nostro banchetto, per guardare le foto, per scambiare opinioni con noi. Anche un giornalista del Quotidiano di Lecce si è fermato e ha voluto che gli spiegassimo nei dettagli l'iniziativa... Insomma, speriamo di aver instillato in qualcuno il desiderio di consumare un pranzo pasquale cruelty-free quest'anno!

Gianluca - Parma

Nei giorni 20 e 27 marzo e 3 aprile abbiamo cercato di sensibilizzare la gente con la campagna "Pasqua senza crudeltà" con sit in, banchetto informativo e mostra fotografica sui macelli. Insieme ai volantini (ne avevamo di 5-6 tipi diversi sull'alimentazione vegetariana/vegana e uno che informava in particolare sulla sofferenza degli agnelli per Pasqua) sono state distribuite delle ricette 100% vegetali per spiegare concretamente alla gente che non mangiamo solo insalata/erba/crusca.

L'iniziativa è stata molto apprezzata visto che ne abbiamo date oltre 1500. La gente, passando tra la mostra, ha avuto reazioni di diverso tipo, tra le più originali "no grazie sono un carnosauro" alla mamma che dice al figlio "girati dall’altra parte che quelle immagini sono troppo brutte". Uno dei problemi più grandi è proprio questo: far capire che dietro alla vaschetta di salume c'è un mondo di sofferenza, inquinamento, spreco di risorse, di antibiotici, anabolizzanti ecc. Ci sembra corretto che le informazioni siano date per esteso, sia fatto vedere il maiale bollito vivo, la mucca uccisa perché non più in grado di produrre latte, i pulcini maschi tritati vivi perché inutili.

Come purtroppo già riscontrato nelle precedenti uscite le reazioni peggiori sono state quelle dei ragazzini, sempre pronti a evitare il confronto e a ridere, mostrando una totale mancanza di sensibilità nei confronti di poveri animali squartati. Fortunatamente però c'è anche della gente sensibile, tanto è vero che una ragazza si è avvicinata al banchetto chiedendo informazioni e adesso si è unita al nostro gruppo per aiutarci nelle nostre iniziative. Sul nostro sito www.animalsfreedom.it (nella sezione "gallery") sono disponibili tutte le foto di queste iniziative e delle altre che abbiamo fatto.

Susanna - Empoli

Siamo molto soddisfatti per la riuscita di questa iniziativa, Buona Pasqua, che si è svolta a Empoli sabato 27 marzo, dove molte persone si sono fermate al nostro tavolino per ricevere maggiori informazioni e soprattutto un menu alternativo che avevamo preparato. Abbiamo anche proiettato un filmato sulla macellazione degli agnelli che ha lasciato sconcertate molte persone. Grazie all'apertura dei negozi e alla zona centralissima dove era ubicato il nostro tavolino, siamo riusciti a fare molto volantinaggio.

Monica - Ostia (Roma)

Quest'anno, per la giornata contro la mattanza degli agnelli siamo stati presenti con un banchetto informativo, arricchito di qualche assaggio di dolci veg, all'interno di un mercatino biologico.

La prima cosa che abbiamo notato (non che avessimo aspettative diverse!) è stata l'altissima concentrazione di prodotti animali, per questo motivo avevamo preso anche i volantini "Carne biologica? No, grazie".

L'usanza dei vari stand è appunto quella di offrire assaggi, motivo per il quale anche al nostro la gente si avvicinava per mangiare e fortunatamente è stata l'occasione per provare a parlare. Abbiamo incontrato diversi vegetariani con i quali abbiamo parlato del passaggio a vegan, abbastanza gente onnivora interessata ad approfondire, sono stati proprio questi a chiederci di tornare al mercatino perchè pare che sul territorio del litorale romano non ci sia nessuna iniziativa a favore degli animali. Ovviamente c'era anche altrettanta gente totalmente indifferente che sorridendo ci teneva ad informarci che l'agnello se lo sarebbero mangiato perché buono... ma anche questo non stupisce, purtroppo.

Ci riteniamo soddisfatti, perché se anche una sola persona avrà deciso di smettere di cibarsi di sofferenza il nostro operato non sarà stato vano!

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

32%

Spese per l'indispensabile infrastruttura informatica | Dettagli »

Obiettivo: 365 giorni di autonomia (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi