Testimonianze e foto della Giornata dei Diritti Animali 2007

Condividi:

16/12/2007

Alcune testimonianze e foto dell'evento, da varie citta'!

Riportiamo qui alcune testimonianze dei presidi e tavoli informativi che si sono svolti in varie citta' italiane l'8 e 9 dicembre, per la Giornata Internazione per i Diritti Animali. A parte i casi di... diluvio, le esperienze sono state tutte positive, con la voglia, da parte di tutti, di ripetere l'esperienza al piu' presto! L'obiettivo di quest'anno erano le macellerie, sul tema quindi della sofferenza e morte degli animali in allevamenti e macelli, argomento particolarmente difficile visto che trova "colpevoli" la maggior parte delle persone, al contrario di altri temi.

Stiamo gia' pensando che per il prossimo anno si puo' provare a organizzare dei mini-cortei in una delle vie principali della citta', con cartelloni e volantini: anche se si e' in pochi (meno di 10), l'effetto e' comunque di grande visibilita', poi se si e' un po' di piu', ancora meglio! Leggete la testimonianza dell'evento in Alessandria, che spiega come loro si siano organizzati proprio in questo senso, con ottimi risultati anche se in pochi!

In calce alla pagina, anche i link alla galleria fotografica degli eventi italiani e di quella degli eventi in altri paesi del mondo.

Napoli

A Napoli si sono tenuti 2 eventi, un presidio sabato 8 e un tavolo informativo con volantinaggio domenica 9. Riportiamo entrambe le testimonianze.

Testimonianza di Adriana

Abbiamo organizzato il presidio in una piazza del centro storico vicina alla strada dei presepi, dov'e' tradizione passeggiare nel periodo natalizio, in particolare l'8 dicembre. Quindi c'era molta gente, ma la larghezza della piazza e il fatto che fosse a traffico limitato ci ha permesso di essere ben visibili.

La manifestazione e' andata molto bene, oltre le nostre aspettative. Abbiamo esposto dei cartelloni con foto di animali "da carne" e slogan per far riflettere le persone, in particolare ne abbiamo fatto uno molto grande in memoria degli animali uccisi circondato di lumini che attirava molto le persone, insieme al PC portatile. Eravamo una ventina di persone, i volantini sono andati via tutti in poco piu' di due ore (erano 2500!), siamo riusciti a parlare con varie decine di persone che chiedevano informazioni o il materiale informativo aggiuntivo e il menu natalizio. L'uso del megafono e' stato fondamentale a tale scopo, perche' la gente ci sentiva da lontano e si avvicinava, e chi non si avvicinava era almeno raggiunto dalle nostre parole.

Varie persone ci hanno fatto i complimenti, ma la maggior parte probabilmente rimaneva molto sorpresa di trovare non la solita manifestazione animalista contro le pellicce o cose simili, temi su cui erano magari pronti a dirsi d'accordo e sentirsi dalla parte dei "buoni" amanti degli animali, ma una manifestazione che metteva addirittura in discussione la loro alimentazione, invitandoli ad assumersi le loro responsabilita' nei confronti degli animali. La nostra speranza e' di aver lanciato un seme che germogliera' almeno in qualcuna di queste persone.

Testimonianza di Chiara

Il banchetto informativo è andato veramente bene!

Alle 11 eravamo tutti sul luogo prestabilito numerosi, puntuali e con tanto materiale da distribuire. Accanto al banchetto abbiamo sistemato tre grandi manifesti a colori sui macelli. Le numerose persone che passavano non potevano fare a meno di guardare e di rimanere colpiti dalla crudezza delle immagini. Con il megafono abbiamo parlato della Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali, del loro sfruttamento e della loro sofferenza. Tra i passanti quasi tutti hanno accettato volentieri i nostri volantini e molti hanno fatto richiesta degli opuscoli per approfondire le tematiche della scelta vegan. Abbiamo anche distribuito un opuscolo per bambini che è andato letteralmente a ruba.

Unico neo: il cellulare con cui dovevamo scattare le foto si è scaricato prima del previsto e quindi non abbiamo foto da far vedere!

Messina - Testimonianza di Annalisa

Anche se eravamo solo in quattro, abbiamo coinvolto la gente che si fermava o che siamo riusciti a fermare. Abbiamo preparato un questionario sui diritti degli animali e chi rispondeva, la maggior parte delle volte, aveva lacune sul benessere degli animali nel circo e sul modo di risolvere il randagismo (da noi al sud è il problema principale).

Tutti erano coscienti ed informati (strano!) del fatto che si può vivere senza mangiare carne e contro caccia e vivisezione! Parecchi con il colletto di pelliccia, che abbiamo fatto riflettere e e che sono andati via inorriditi.

C'è stato anche un piccolo volantinaggio di mio nipote (12 anni ma già completamente "ammaestrato") davanti ad una pellicceria. Le signore che si fermavano e che leggevano il volantino commentavano: "Ma tanto costa troppo" o "Che schifo!", oppure smettevano di guardare la vetrina.

Alessandria - Testimonianza di Massimo

Alessandria ha partecipato alla Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali dedicando l'intera giornata di domenica 9 dicembre, dal mattino fino alla sera. In un angolo di una centralissima piazzetta in una zona pedonale, abbiamo allestito un tavolo. Niente a che fare con un semplice punto informativo, ma un'autentica tavola imbandita, con tanto di tovaglia, stoviglie, bicchieri e fiori. Ma al centro, davanti ad un piatto con una bistecca (finta), uno schermo sul quale scorrevano le immagini che mostravano da dove e come viene prodotto quello che normalmente consideriamo cibo, come dietro ad una bistecca o ad un piatto di pesce si nascondano atroci sofferenza per gli animali.

Tantissime le persone che si sono fermate, di tutte le età e anche di diverse nazionalità. Tante persone sono rimaste sconvolte del trattamento che subiscono gli animali per diventare quella bistecca che dell'animale non ricorda ormai più nulla. Siamo convinti che chiunque si sia fermato, da questo momento, guardi alla bistecca nel proprio piatto con occhi diversi, e magari deciderà un giorno di farne a meno.

Un altro momento della giornata ha riguardano una fiaccolata che sul far della sera ha percorso una nota via gastronomica di Alessandria, con macellerie di tutti i tipi, pescherie, prosciutterie e formaggerie. Questi negozi erano chiusi, ma l'importante per noi era informare le persone. Anche se non eravamo in tanti, la fiaccolata è stata molto efficace e ha catalizzato subito l'attenzione dei passanti e in tanti sono usciti dai negozi per vedere cosa stava succedendo.

Un'attivista apriva il piccolo corteo con un grande cartello sulla Giornata Internazionale dei Diritti degli Animali e con un piccolo megafono richiamava l'attenzione della gente sullo scopo della manifestazione e sulle ragioni dell'antispecismo. Seguivano altri due con uno striscione "Ami gli animali? Allora non mangiarli!" e dietro altri volontari e simpatizzanti che tenevano in mano lumini e cartelli di vario tipo. Abbiamo distribuito circa 2000 volantini. Arrivati in fondo alla strada l'abbiamo ripercorsa nel senso contrario. Non abbiamo visto un solo volantino gettato in terra e abbiamo incrociato alcune persone che tenevano ancora in mano il volantino che abbiamo dato loro durante la prima passate, alcuni lo stavano leggendo e commentando con gli amici.

La giornata è stata molto impegnativa, molto fredda, e nella mattinata anche piovosa, ma non ci siamo mai persi d'animo e siamo molto soddisfatti del risultato.

Torino - Testimonianza di Valter

A Torino eravamo una ventina e occupavamo un bel pezzo di portici con striscioni, cartelli, e l'ormai solito apparato audio-video che per l'occasione era stato duplicato: la tv e un proiettore con schermo... tanto per esagerare! Venti persone che esponevano cartelli, che tenevano le fiaccole in mano in segno di rispetto, e in memoria di tutti gli animali ammazzati per soddisfare il gusto, la vanita', la superbia di altri animali (umani). Di solito i volantini si prendono per cortesia, perche' e' in fondo e' piu' semplice che rifiutarli: si prendono e si buttano poche decine di metri piu' avanti. Ieri e tutte che le volte che si volantina per la scelta vegan vediamo che tanti i volantini li guardano, li leggono, li mettono via e non li buttano. E ieri di volantini ne abbiamo dati oltre tremila.

Torino - Testimonianza di Luciano

Bellissimo colpo d'occhio sul passaggio dei portici presidiato lungo entrambi i lati da un considerevole numero di partecipanti. Uno schermo e un videoproiettore trasmettevano immagini a tema, svariati punti di volantinaggio coprivano bene i passaggi attraverso il "corridoio" di attivisti, che destava attenzione anche grazie ai numerosi cartelli ed alle fiaccole disseminate o tenute lungo il percorso. Seppure si trattasse di un punto di rapido transito che non utilizza al meglio l'efficacia dei video, abbiamo dimostrato la nostra presenza, i motivi del presidio, le parole e le frasi a difesa degli animali, che si diffondevano negli spazi anche attraverso i megafoni. Oltre a questo sono stati distribuiti circa 3000 volantini, che si spera possano fare molto anche nel caso in cui tocchino solo una frazione di tutti quelli che se li sono presi. Giornata fredda, ma ambiente bello, assieme ai volti nuovi e a quelli più familiari che si ritrovano con piacere di volta in volta. Esperienza che consiglierei di fare a tutti quelli che ancora non ne hanno avuto occasione.

Bologna - Testimonianza di Paola Penso che i sit-in di sabato e domenica siano andati bene, le considerazioni che ne ho tratto sono molto positive. Era la prima volta per me e sento che ne avevo bisogno, e dopo aver visto la splendida gallina Caterina farsi fare le coccole credo che qualcuno dei passanti almeno per un po' non tocchera' pollo. E poi, il cartello appeso sulla sua cuccia "CARNE = BRUTTA MORTE" e Caterina che si affacciava e guardava i passanti allungando il collo a fianco di quel cartello... Come non commuoversi?

Sono rimasta colpita dalla curiosita' di alcuni carnivori che si sono fermati anche parecchio a parlare, o di altri che sembravano interessati a cambiare abitudini, solo che non ne sapevano abbastanza. Perche', spesso e' il non avere nessuno intorno che gia' ci e' passato, che ti dimostri che quella e' la scelta piu' giusta, che ti blocca, che ti fa aver paura... e non tutti hanno il coraggio di sfidare da soli le regole imposte dalla prepotenza dell'uomo.

Milano - Testimonianza di Marco

Direi che è andato tutto molto bene! "Purtroppo" la macelleria era chiusa e non ci hanno neanche fatto stare esattamente di fronte, però il posto era decisamente di passaggio/shopping. Eravamo in una quindicina, con parecchi cartelli, un banchetto e il megafono. Abbiamo distribuito parecchi volantini; diverse persone si sono fermate a parlare, quindi c'è stata opportunità di parlare con gli onnivori più incuriositi o ben disposti.

Cose del genere dovremmo cercare di farle anche in altri momenti dell'anno, se ne sente il bisogno, diciamo. In fondo, l'argomento "carne" è il tabù più grande, quello più difficile da affrontare: non a caso tantissime persone si fermavano dichiarando di essere contro alle pellicce, contro alla vivisezione, contro al maltrattamento di animali, ma non contro il fatto di mangiarli.

Palermo - Testimonianza di Rosario

La mostra fotografica su vivisezione e sfruttamento animale e i video sulla realtà dei mattatoi hanno catturato l'attenzione dei passanti, molti dei quali già informati dell'evento si sono presentati per firmare le petizioni su canili, gattili e condizioni degli allevamenti di animali detti da pelliccia, e le firme hanno superato le più rosee previsioni.

L'accensione dei ceri in memoria degli animali che ogni giorno vengono trucidati per la umana vanità e la lettura delle torture loro inflitte per farne pellicciotti sono stati un momemto toccante della manifestazione.

Sono stati distribuiti anche dei questionari su diverse tematiche animaliste dal randagismo al maltrattamento animale negli allevamenti intensivi, dalla vivisezione al circo che stravolge la natura animale, e anche le adesioni alla LIDA palermo ci hanno favorevolmente sorpresi. E' emersa la volontà di tante persone di collaborare con noi nelle lotta al randagismo e ai maltrattamenti senza omertà e tentennamenti che ci ha galvanizzati per tutte le nostre future iniziative.

Senigallia - Testimonianza di Fabrizio

Secondo me l'affluenza e' stata decisamente buona. Credo che queste cose facciano bene agli italiani, perche' fanno aprire gli occhi, bisognerebbe fare questi presidi tutte le domeniche! Si e' fermato un signore, definitosi "scenziato", che mi e' venuto a fare la morale perche secondo studi condotti da lui anche le piante soffrono e che quindi per lui il nostro era un lavoro inutile... la solita storia della carota che soffre, insomma, bella scusa!

Londra

Riportiamo anche un estratto del resoconto della manifestazione di Londra di Uncaged Campaigns, l'associazione promotrice dell'evento internazionale!

La mattina del 9 dicembre, il dott. Dan Lyons di Uncaged Campaigns ha raggiunto decine di migliaia di persone attraverso un'eccellente intervista in diretta alla BBC di Londra, in cui ha spiegato nel dettaglio la nostra campagna per i diritti degli animali.

Nonostante il vento e la pioggia, 4-500 attivisti si sono riuniti quel pomeriggio per mostrare la propria volonta' di difendere gli animali dallo sfruttamento. Siamo rimasti molto colpiti dal vedere cosi' tante persone che manifestavano per la prima volta, e anche tanti stranieri. Mentre il corteo con le sue candele avanzava verso le vie affollate del West End, lo schermo gigante mostrava ai passanti un efficace video che faceva riflettere sullo sfruttamento degli animali e sulla necessita' di lottare per i loro diritti. La fondatrice di Uncaged, Angela Roberts, ha commentato:

Ho passato molto tempo, lungo il percorso del corteo, a guardare le reazioni della gente, ed erano sorprendenti. Il film era davvero commovenete e aveva alcune immagini molto forti. Anche se ero stata proprio io a montarlo, e l'avevo guardato in continuazione in quest'ultimo mese, ero commossa fino alle lacrime nel guardarlo sullo schermo gigante, era cosi' potente! Ho visto gente fermarsi e fissarlo, alcune camminare mentre leggevano i messaggi, altre che si coprivano la bocca o gli occhi, inorriditi - era impossibile non accorgersi del video, con la musica che si sentiva a distanza.

>> Vai alla galleria fotografica degli aventi in Italia (con le foto piu' in grande)
>> Vai alla galleria fotografica degli eventi in altre nazioni
>> Vai alla pagina di riferimento della Giornata Internazionale per i Diritti Animali 2007

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

36%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!