Al circo, schiavitu' anche per gli umani

Condividi:

02/09/2008

Il proprietario di un circo teneva in schiavitu' sei persone.

Pochi giorni fa, Vibo Valentia: sei cittadini indiani ridotti in schiavitu', "costretti a vivere come animali", con turni di lavoro massacranti dalle 6 del mattino a mezzanotte [1].

Nemmeno 6 mesi fa, Salerno: una ragazza di 19 anni costretta in una vasca con dei piranha, un'altra, di sedici anni, cui gettavano addosso serpenti e tarantole. I genitori costretti a lavori massacranti [2].

In entrambi i casi si tratta di notizie relative ad operazioni dei Carabinieri contro due circhi, conclusi con arresti e sequestri, e pubblicate in prima pagina su un importante quotidiano nazionale.

Storie ordinarie di come si lavora nei circhi? Non lo possiamo affermare, perche' di abusi nei confronti dei lavoratori extra-comunitari se ne contano purtoppo molti e in diversi settori. Ma questi casi di cronaca devono farci riflettere: per la loro gravita' e per il contesto nel quale si inseriscono.

Si tratta di circhi piccoli, a conduzione famigliare, di quelli che all'apparenza possono suscitare simpatia. Circhi che ricordano quelli celebrati in tanti film, da Chaplin a Fellini; circhi di periferia con un certo alone di romanticismo. Molto lontani dalle grandi imprese circensi, spesso internazionalizzate, che assorbono quote consistenti del FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo), che si attendano nelle grandi citta' con decine e decine di automezzi e di animali in gabbia.

Sia gli uni che gli altri, pero', di simpatia non dovrebbero suscitarne proprio: i proprietari di questi due circhi citati hanno dimostrato di fare agli umani quello che normalmente fanno agli animali, ma questo non dovrebbe essere grave in quanto "trattano gli umani come bestie", ma quanto piuttosto perche' trattano entrambi, "umani" e "bestie", come schiavi, il che non e' mai accettabile, e deve essere sempre condannato in quanto, semplicemente, ingiusto. Al di la' che sia legale o meno.

Lo spettacolo del circo, avvenga questo nel rispetto o meno delle leggi, e' sempre basato sulla sottomissione/dominazione, sullo scherno, sull'esibizione dell'orrido. Lo spettacolo circense trova origine in antichissime tradizioni che ruotano intorno alla dominazione, l'addestrameno, l'esibizione di umani e animali. Intorno al 1835 Barnum [3] comincio' la sua carriera esibendo una vecchia schiava; un decennio dopo rinnovo' il successo con i "freaks", esseri umani deformi, nani, gemelli siamesi: persone reali o finzioni in grado di sollecitare i piu' bassi istinti degli spettatori di ogni ceto e cultura (si esibi' con successo anche al cospetto della Regina Vittoria di Inghilterra).

E poi gli animali. Tutti gli animali nei circhi vengono addestrati, e l'addestramento si ottiene sempre con la violenza e la paura. Un classico e' l'orso che balla al suono del tamburello. L'animale non sta certo sulle zampe posteriori per il piacere della musica, ma perche' se si abbassa si troverebbe ad appoggiare le zampe su delle piastre arroventate. Questo e' solo un esempio di addestramento.

E questo e' lo spettacolo: la dominazione sulla "bestia", la supremazia del domatore sull'animale - selvaggio e feroce in natura - costretto ad obbedire alla volonta' dell'uomo con i lustrini e la frusta. Lo spettatore ride dell'orso ballerino, come ride della ragazza immersa nella vasca con i piranha. Si identifica con il domatore, e l'esaltazione della folla, la musica, le luci, accecano la coscienza. Nel caso di Salerno, quello spettacolo orrendo l'avevano visto in molti prima che uno spettatore trovasse la determinazione di sporgere denuncia.

Se e' lecito schiavizzare gli animali significa che si puo' fare qualcosa di molto simile verso gli esseri umani piu' deboli: e chi e' piu' debole di un immigrato senza documenti, che nemmeno conosce la nostra lingua e tantomeno le nostre leggi? Non e' certo una teoria campata in aria. Esistono decine di studi scientifici che documentano la correlazione tra violenza su animali e violenza su umani. C'e' un legame forte tra la violenza su donne e bambini e la violenza su animali; e' dimostrato che i minori che esercitano la violenza su degli animali hanno ottime probabilita' di diventare dei criminali da adulti [4].

Il circo e' una palestra di sopraffazioni, e purtroppo fa notizia, e scandalizza, solo quando sono degli umani a subire quella stessa violenza e quei soprusi che ogni giorno vengono inflitti agli animali.

Fonti:

[1] La Repubblica, Vibo Valentia, orrore al circo proprietario schiavizzava immigrati, 30 agosto 2008
[2] La Repubblica, Giovani schiave nel circo con piranha e tarantole, 26 marzo 2008
[3] Breve storia del circo
[4] AgireOra, Il circolo della violenza, 2 aprile 2008

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

42%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!