Perché le persone decidono di diventare vegan?

03/05/2019

La rivista americana Mother Jones ha lanciato nel giugno scorso un sondaggio, chiedendo ai lettori i motivi della loro scelta di non mangiare carne. In 500 hanno risposto e pochi giorni fa sono stati pubblicati i risultati, assieme ad alcune testimonianze.

Anche questo sondaggio conferma che la stragrande maggioranza di chi decide di cambiare alimentazione lo fa per motivi etici di rispetto per gli animali: il 72%, in questo caso. Al secondo posto, col 40%, troviamo le motivazioni ecologiste, ma solo perché i partecipanti potevano indicare più di una motivazione: probabilmente, dunque, molti di coloro che hanno fatto la scelta etica hanno avuto un'ulteriore spinta dalla volontà di rispettare l'ambiente naturale. Circa il 30% ha addotto ragioni salutiste.

Una piccola percentuale (5%) è stata spinta anche da ragioni economiche. Una partecipante dalla California ha dichiarato: "Ero una madre single e studiavo al college e quindi dovevo tagliare ogni spesa. Ma, dopo essermi informata, ho scoperto un sacco di benefici, oltre al risparmio. Non posso nemmeno immaginare di tornare alla dieta standard americana."

Già, perché, nonostante molti (troppi) credano che una dieta vegan sia più costosa, in realtà permette di risparmiare parecchio, perché gli ingredienti vegetali sono meno costosi di quelli animali.

Willis (58 anni, dal Texas) è vegan da 35 anni e racconta di provenire da una famiglia in cui si macellavano addirittura gli animali in casa. Ma leggendo, informandosi, si è reso conto che poteva fare scelte diverse. "Non riuscivo più a uccidere per mangiare, né a chiedere agli altri di farlo. Sono felice di vedere che tanti altri stanno facendo delle scelte che migliorano il mondo, abbracciando una vita più cruelty-free".

Un anonimo di 50 anni, dall'Oklahoma, racconta che 25 anni prima era rimasto bloccato nel traffico accanto a un camion che trasportava animali, nell'afa di una giornata di luglio. Un bovino aveva un corno impigliato tra le sbarre del camion e non riusciva a liberarsi. A ogni curva veniva spinto dagli altri animali e urlava di dolore e paura. "Tornato a casa, feci delle ricerche sugli allevamenti e sul trattamento degli animali e capii che quella era solo una piccola parte dell'orrore. Dissi allora, e continuo a sostenerlo: forse non sarò in grado di cambiare tutto questo, ma non ne sarò più parte".

Jane, di 64 anni, da Miami racconta che nel 1972 un amico le chiese perché mangiasse carne e lei non fu in grado di rispondere. "In effetti, pensandoci bene, mi resi conto che non volevo mangiare animali, così smisi di farlo".

Emily, dal Minnesota, aveva 38 anni quando si ammalò di sclerosi multipla. Soffriva profondamente e questo la rendeva ipersensibile alla sofferenza altrui. "Non potevo sopportare di ricavare piacere dalla sofferenza di un animale. Così diventai vegan, e ora lo sono da 10 anni. Non c'è alcun aspetto negativo: il cibo è delizioso, sono diventata più magra e più sana, ho diminuito la mia impronta ecologica e il mio contributo all'antibiotico-resistenza".

Susan, dalla Pennsylvania, inizialmente aveva eliminato la carne dalla propria dieta perché, lavorando al pronto soccorso, aveva visto moltissime persone portate lì d'urgenza, colpite da malattia coronarica per aver consumato troppa carne. Dopo essere stata vegetariana per oltre dieci anni, "iniziai a fare delle ricerche sulle terribili condizioni che gli animali devono sopportare negli allevamenti. Ho guardato video di investigazioni che mostravano gli animali in mezzo alla sporcizia, scrofe confinate nelle gabbie di gestazione che non si potevamo muovere di un centimetro; vitelli strappati alle madri a pochi minuti dalla nascita. Polli riempiti di antibiotici, galline cui veniva mozzato il becco senza anestesia e poi stipate nelle gabbie in batteria per produrre uova. Ne avevo avuto abbastanza. Sono diventata vegan, da 4 anni, e non me ne sono mai pentita."

Tante voci, tanti motivi, che poi si riducono a uno solo: non fare del male e non essere complici di chi lo fa.

Se anche tu vuoi smettere di essere parte della crudeltà sugli animali, inizia subito: vegan si diventa in poche ore, basta volerlo. Leggi il nostro starter-kit, pieno di consigli pratici per fare questa scelta nel modo più semplice e veloce possibile.

Vai al vegan starter-kit

Fonte:

Mother Jones, We Asked You Why You Stopped Eating Meat. Here Were Your Top 5 Reasons., 27 aprile 2019.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

"Mamma, raccontami ancora di quando le persone hanno smesso di uccidere gli animali per mangiarli."

La storia che studieranno le prossime generazioni la stiamo scrivendo noi adesso. Facciamo in modo che sia una storia migliore per tutti gli esseri viventi.

Scrivi la storia con noi

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

32%

Spese per l'indispensabile infrastruttura informatica | Dettagli »

Obiettivo: 365 giorni di autonomia (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi