Buon Natale, con un menu senza crudelta'

Fonte notizia

Argomento: Allevamenti/Veganismo

Buon Natale! Per festeggiare un Natale 'buono'... non uccidere animali!

29/11/2009

In occasione della Giornata Internazionale per i Diritti Animali che si tiene in tutto il mondo tra il 10 e il 15 dicembre, vogliamo proporre questa riflessione sulle sofferenze e uccisioni degli animali, che in occasione del Natale sono ancora peggiori.

Per festeggiare un Natale "buono"... non uccidere animali!

Per Natale è tradizione imbandire pranzi e cene con ogni "bendiddio", ma... molti di questi "cibi" in realtà non sono affatto un "bene", né sono un "cibo".

Sono pezzi di animali, uccisi brutalmente, a cui è stato fatto del male sia nell'allevarli nelle prigioni degli allevamenti intensivi, sia nel trasportarli in lunghi viaggi da incubo, sia nell'ammazzarli nei macelli, dove vengono sgozzati, fatti dissanguare, tagliati a pezzi.

Animali, esattamente come i cani e i gatti che abbiamo nelle nostre case: il pensiero di uccidere e portare in tavola loro, per Natale, ci farebbe - giustamente - inorridire.

Eppure, gli animali "d'allevamento" sono uguali a tutti gli altri: possono amare, soffrire, provare paura, dolore, gioia, amicizia. Proprio come gli animali domestici che conosciamo meglio.

E' irrazionale pensare che siano diversi, gli animali sono tutti uguali. Ma questi animali vengono invece uccisi a migliaia ogni giorno, e sotto Natale questa strage diventa ancora più atroce, animali di ogni specie, per la maggior parte cuccioli, vengono ammazzati per finire sulla nostra "tavola della festa".

Non abbiamo bisogno di uccidere.

Non abbiamo bisogno di far soffrire esseri senzienti, né nella vita di ogni giorno, né tantomeno per festeggiare il Natale. Per favore, pensaci...

Non festeggiare il Natale uccidendo animali.

Usando ingredienti vegetali, anziché animali fatti a pezzi, il tuo pranzo di Natale sarà più buono, in tutti i sensi.

Scopri qui sotto il menu di Natale "senza crudeltà"! Ben due menu completi per le feste!

E per il futuro, puoi imparare passo-passo a nutrirti senza uccidere animali dal sito: www.vegfacile.info

Salverai animali, avrai un minore impatto ambientale, avrai una salute migliore, risparmierai sui conti della spesa...

Menu senza crudeltà

Ecco due menu molto invitanti proposti come Menu di Natale 2009 da Vegan3000, a cura di Vera Ferraiuolo - http://veruccia.blogspot.com

MENU RUSTICO

- Crostini con cannellini ai funghi
- Gnocchi di zucca con crema di radicchio e aceto balsamico
- Scaloppine pasticciate ai funghi
- Insalata di rinforzo e fritto misto alla romana
- Muffin al sapore di panettone

Crostini con cannellini ai funghi



24 fette di pane tipo baguette
750 g di fagioli cannellini già cotti
1 spicchio d'aglio sbucciato
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
4 cucchiai di crema di funghi (o di funghi champignon trifolati e tritati finemente)
1 cucchiaino raso di sale


Tostate le fette di pane nel forno, o in una padella con un filo d'olio, dopo averle sfregate leggermente con l'aglio.
Frullate col minipimer 1/4 dei cannellini, l'olio e il sale; spalmate il pane con la crema ottenuta.
Riscaldate i cannellini ancora interi, aggiungetevi la crema di funghi, aggiustate di sale, distribuite il tutto sulle fette di pane e servitele calde.

Gnocchi di zucca con crema di radicchio e aceto balsamico



600 g di zucca compatta, già pulita
600 g di patate a pasta gialla
400 g di farina 00
1 cucchiaino di sale

Per la crema:
2 cespi di radicchio tondo
1/2 cipolla rossa piccola
1 cucchiaio di aceto balsamico
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
Sale


Riscaldate il forno a 200 gradi.
Tagliate la zucca a dadi di circa 1 cm e poneteli su una teglia foderata di carta forno per 25 minuti, o finché saranno morbidi.
Nel frattempo lessate in acqua leggermente salata le patate con la buccia; quando saranno cotte (circa 25 minuti) scolatele e sbucciatele.
Passate entrambe le verdure al passaverdura, mescolate le puree e aggiungete la farina e il sale. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e nel frattempo mettete sul fuoco l'acqua di cottura.
Con l'impasto formate dei salsicciotti sottili come un dito, tagliatene dei piccoli pezzi e arrotondateli con le mani per formare gli gnocchi; cuoceteli nell'acqua salata, pochi per volta, scolandoli quando torneranno a galla.

Per la crema di radicchio:
Tritate finemente la cipolla e fatela imbiondire nell'olio; aggiungete il radicchio lavato e pulito e tagliato a striscioline sottili, e 1 pizzico di sale.
Cuocete il radicchio finché sarà morbido, aggiungendo acqua se necessario, e frullatene i 2/3; aggiungete l'aceto e aggiustate di sale. Condite gli gnocchi con la crema ottenuta e con le strisce di radicchio ancora intere.

Scaloppine pasticciate ai funghi



800-1000 g di seitan tagliato in 16 fette
farina 00
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
mezzo bicchiere di vino bianco

Per la crema:
1 bicchiere di lievito alimentare in polvere
1 bicchiere di farina 00
4 bicchieri d'acqua
1/2 bicchiere di margarina 100% vegetale
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di aglio in polvere
2 cucchiaini rasi di senape

Per i funghi:
600 g di champignon
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
1 pizzico di peperoncino
1 pizzico di sale

Per il seitan:
Riscaldate l'olio in una padella. Infarinate bene le fette, eliminate la farina in eccesso e fatele rosolare da entrambi i lati per qualche minuto. Sfumate col vino, facendolo evaporare completamente, e tenete il seitan da parte, in caldo.

Per la salsa:
Mescolate gli ingredienti (tranne senape e margarina) in un pentolino.
Aggiungete l'acqua, poca per volta, mescolando con una frusta per non formare grumi e fate cuocere a fuoco medio, sempre mescolando, finché sarà denso.
Spegnete il fuoco, aggiungete la senape e la margarina e mescolate finché il tutto sarà liscio e omogeneo.

Per i funghi:
Trifolate i funghi, puliti e affettati, insieme agli altri ingredienti, finché saranno morbidi.

Condite le scaloppine con la salsa e con i funghi trifolati (eliminando l'aglio).

Insalata di rinforzo
(Deve essere preparata qualche ora prima)



1 cavolfiore
1 barattolo di sottaceti misti tipo giardiniera
200 g di olive verdi snocciolate
200 g di olive nere snocciolate
2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio di aceto bianco
1 pizzico di sale


Pulite il cavolfiore eliminando le foglie, lavatelo e dividetelo in cimette. Lessatelo in abbondante acqua leggermente salata, scolatelo quando è al dente e tenetelo da parte a raffreddare.
Mescolate il cavolfiore con gli altri ingredienti e condite con l'aceto, l'olio e il sale.


Fritto misto alla romana



4 carciofi
1 broccolo romanesco (o 2 broccoli siciliani)
2 mele golden
abbondante olio di semi di arachidi

Per la pastella:
150-200 g di farina 00
200 g di birra chiara
1 pizzico di sale

Preparate la pastella versando la birra, poco per volta, sulla farina e mescolando con una frusta perché non faccia grumi (deve riuscire piuttosto "spessa" e attaccarsi ai cibi). Aggiungete il sale e conservate in frigorifero fino al momento di utilizzarla, e comunque per almeno un'ora.
Pulite il broccolo, dividetelo in cimette e sbollentatelo per qualche minuto in acqua leggermente salata, lasciandolo al dente.
Pulite i carciofi togliendo le foglie esterne, la parte esterna del gambo e la parte superiore delle foglie, e lasciateli a bagno in acqua e limone fino al momento di friggerli.
Sbucciate la mela, togliete il torsolo e tagliatela, in orizzontale, a fette spesse 1/2 cm.
Quando l'olio sarà caldo, asciugate i carciofi e divideteli in 6-8 spicchi, impastellate e sgocciolate bene tutti gli ingredienti e friggeteli finché diventano croccanti e coloriti. Servite subito.

MENU RAFFINATO

- Strudel di verdure
- Risotto allo spumante con mele verdi
- Seitan al pepe verde
- Insalata delicata
- Verdure al gratin con besciamella ai funghi
- Muffin al sapore di panettone

Strudel di verdure



2 confezioni di pasta sfoglia vegan, fresca, rettangolare
500 g di funghi misti surgelati
250 g di spinaci surgelati
1 mazzo di asparagi
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di semi di sesamo
Sale


Fate appassire in padella, separatamente, i funghi (con l'aglio) e gli spinaci con un cucchiaio d'olio e un pizzico di sale.
Pulite gli asparagi, eliminate la parte dura del gambo, tagliateli a rondelle e cuoceteli in un cucchiaio d'olio finché saranno morbidi. Aggiustate di sale.
Stendete la sfoglia, distribuitevi le verdure, arrotolate la pasta sigillandone i bordi, spennellate d'olio la superficie e incidetela con un coltello.
Cospargete con i semi di sesamo e infornate a 180 gradi per circa 30 minuti, finché la pasta sarà dorata (se si scurisce troppo presto, coprite con un foglio di alluminio).

Risotto allo spumante con mele verdi



600 g di riso Carnaroli
1 litro di brodo vegetale
750 ml di spumante dolce
1 cipolla rossa piccola
2 mele Granny Smith
3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva


Tritate la cipolla finemente e rosolatela nell'olio ben caldo, stando attenti a non bruciarla.
Aggiungete il riso e mescolate perché si insaporisca; dopo un paio di minuti sfumate con lo spumante.
Continuate la cottura aggiungendo lo spumante alternato al brodo caldo man mano che i liquidi vengono assorbiti.
A metà cottura (circa 8 minuti) aggiungete la mela sbucciata e tagliata a dadi piuttosto piccoli.
Quando il riso sarà cotto, mantecatelo con 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva e servitelo dopo averlo fatto riposare per qualche minuto.

Seitan al pepe verde



800-1000 g di seitan in 16 fette
250 ml di panna di soia
2 cucchiai di pepe verde in salamoia
2 cucchiai di senape classica
4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
100 ml di brandy
1 pizzico di sale


Sgocciolate e schiacciate il pepe verde; premetevi le fette di seitan e rosolatele nell'olio caldo per qualche minuto da entrambi i lati.
Togliete le fette dalla padella e versatevi il brandy, la senape, la panna e il sale; fate addensare la salsa per 5 minuti.
Rimettete il seitan in padella, lasciate insaporire e servite caldo.

Insalata delicata



400 g di valeriana
2 pere
100 g di noci sgusciate
4 cucchiai di riduzione di aceto balsamico
1 pizzico di sale
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di semi di sesamo tostati


Spezzettate le noci non troppo finemente; sbucciate le pere e tagliatele a dadi; unite il tutto alla valeriana ben pulita e cospargete con la riduzione di aceto balsamico, l'olio, il sale e il sesamo.

Verdure al gratin con besciamella ai funghi



1,5 kg tra cavolfiore, broccolo siciliano, finocchio e zucca

Per la besciamella:
100 g di farina 00
100 g di margarina
1 litro di latte vegetale
2 cucchiaini rasi di sale
1 spolverata di noce moscata
1 spolverata di pepe
600 g di funghi champignon, già trifolati

Per gratinare:
2 cucchiai di margarina
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio di lievito alimentare in polvere


Pulite bene le verdure, tagliate il cavolfiore e il broccolo siciliano a cimette, la zucca a dadi e il finocchio in spicchi. Sbollentate tutto in acqua leggermente salata, scolate le verdure al dente e tenetele da parte a sgocciolare.
Preparate la besciamella: sciogliete la margarina in un pentolino, unite la farina formando una crema liscia, e aggiungete il latte poco per volta, man mano che la salsa si addensa (mescolate continuamente con una frusta per non formare grumi). Aggiungete il sale, il pepe, la noce moscata e infine i funghi champignon, dopo averli frullati con poca besciamella.
Versate la salsa sulle verdure, disponetele in una pirofila, cospargete di pangrattato, lievito e fiocchetti di margarina. Infornate a 200 gradi per 30 minuti circa, poi accendete il grill per 10 minuti finché si formerà una crosta croccante e servite.

Muffin al sapore di panettone



500 g di farina 00
20 g circa di cremortartaro
350 g di uvetta
150 g di canditi (arancia e cedro)
200 g di zucchero di canna
100 g di olio extravergine d'oliva
100 g di olio di semi di mais
180 ml di latte vegetale
aroma di arancia

Per la glassa:
80 g di zucchero a velo
1 cucchiaino d'acqua con qualche goccia di aroma d'arancia


Riscaldate il forno a 190 gradi.
Setacciate la farina e il cremor tartaro in un contenitore capiente. Unite l'uvetta e i canditi e mescolate.
A parte, sciogliete lo zucchero nel latte, unite l'aroma di arancia e i due olii e mescolate bene.
Quando il forno è caldo, versate gli ingredienti liquidi su quelli solidi, amalgamateli senza mescolarli troppo, versate l'impasto negli stampini da muffin e infornate per circa 25 minuti.
Quando saranno cotti, spegnete, aprite leggermente lo sportello e lasciate i muffin in forno ancora per 5 minuti.

Preparate la glassa:
Mescolate l'acqua allo zucchero, pochissima per volta, fino a ottenere una crema liscia ma molto consistente. Spalmatela in uno strato sottile sui muffin, e lasciate solidificare all'aria aperta. Decorate, a piacere, con scaglie di mandorla tostate.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!