Vivere senza crudeltà sugli animali: perché e come

Pulcino

È considerato normale usare gli animali per tutto quanto ci pare "utile" o "divertente": tenerli prigionieri in gabbie nei circhi e negli zoo, comprarli nei negozi, usarli nei laboratori, mangiarli, usare la loro pelle e pelliccia, è ormai così abituale che non ce ne accorgiamo nemmeno, e non ci rendiamo conto della sofferenza che, senza farlo apposta, la nostra vita di tutti i giorni causa a milioni di animali.

Noi vorremmo che ciascuno se ne accorgesse, e che capisse che, con un nostro semplice cambiamento di abitudini, tutti questi animali possono essere salvati.

Far soffrire e morire gli animali è in nostro potere, non è un nostro diritto; è anche in nostro potere, e nostro dovere, evitarlo. Il nostro invito è non continuare a fare del male a causa di una non-scelta. Per poter scegliere, occorre sapere, conoscere la realtà dello sfruttamento degli animali, e conoscere le tante alternative possibili per evitarlo.

La sezione "Informazione" di AgireOra Network offre dunque una serie di "schede riassuntive" (che rimandano poi ai siti di approfondimento del Network) che spiegano il perchè, e altre, sottoforma di consigli pratici, che spiegano il come, arrivare a vivere senza crudeltà la nostra vita di tutti i giorni.

Informazioni di base

Allevamenti e scelta vegan - La fonte di sofferenza e morte per gli animali che ha maggior impatto in assoluto, molto più di ogni altro genere di maltrattamento e uccisione, e soprattutto che ciascuno di noi può fermare, è l'allevamento di animali per l'alimentazione umana. [ Leggi » ]

Vivisezione - Molti affermano "la vivisezione non esiste più". O non sanno di cosa parlano, o sono in malafede. "Vivisezione" non è solo il sezionare la rana viva, o gli atroci esperimenti del passato in cui i cani venivano legati con cinghie a una tavola e poi sezionati. Oggi la vivisezione è ben altro. Molto peggio. Milioni di animali ogni anno, nel mondo, subiscono, nei laboratori, avvelenamenti con sostanze chimiche, farmaci e cosmetici compresi, induzione di malattie di ogni genere (cancro, sclerosi multipla, varie imitazioni dell'AIDS, malattie cardiovascolari, ecc.), esperimenti al cervello, esperimenti sul dolore, e molto altro. [ Leggi » ]

Pellicce - Tutti sappiamo che per confezionare una singola pelliccia decine di animali soffrono e muoiono nella maniera più atroce, in allevamento (di solito) o catturati con tagliole o altri metodi terribili. È però importante sapere un po' più di questo, di modo che non possa mai e poi mai venirci la "tentazione" di comprare, non solo una pelliccia, ma anche un semplice cappotto col collo di pelo, o uno dei tanti giubbotti che vano di moda con bordo di pelliccia sul collo o sui polsi: anche per quei semplici "ornamenti" gli animali vengono torturati e uccisi in modo cruento. [ Leggi » ]

Caccia - L'attività venatoria è svolta in Italia da una percentuale irrisoria di persone - l'1% della popolazione - eppure fa danni enormi: agli animali, che a decine di milioni vengono ammazzati, all'ambiente, riempito di piombo, alle persone, che non possono più andare in campagna o in montagna in tutta tranquillità durante la stagione venatoria, perché i cacciatori "comandano loro" con prepotenza e arroganza e feriscono e ammazzano "per sbaglio" persone innocenti. [ Leggi » ]

Circo, zoo, acquari - Per gli animali, circhi, zoo e acquari significano prigionia a vita in luoghi angusti, e, nel caso dei circhi, continui spostamenti sui camion, sofferenza psicologica e sofferenza fisica per le percosse subite negli addestramenti. [ Leggi » ]

Vivere senza crudeltà

Cibo - Quando scegliamo di mangiare una cosa al posto di un'altra, facciamo la differenza tra la vita e la morte, per gli animali. Scegliendo di non mangiare animali ne salviamo, nel corso della nostra vita, circa 1400, senza dover fare null'altro. E dunque, facciamola, questa scelta potentissima! [ Leggi »]

Vestiti - Di solito non ci si pensa, ma purtroppo, nelle cose "normali" che indossiamo tutti i giorni - abiti, scarpe, giubbotti, cappotti - o con cui arrediamo la nostra casa - divani, trapunte, ecc. - si nasconde una grande sofferenza per gli animali, e poi la morte - sempre cruenta e dolorosa. [ Leggi » ]

Cosmetici - Tutti ormai han sentito parlare di cosmetici, prodotti per l'igiene personale e detersivi "non testati su animali", o "cruelty-free". Comprare questi prodotti anziché quelli "normali" nei supermercati è un modo per dichiarare il nostro NO alla vivisezione, e più saremo, più saremo ascoltati! [ Leggi » ]

Divertimento - Capita a volte che non ci rendiamo conto che per il nostro divertimento gli animali soffrano terribilmente, e muoiano per la vita terribile cui sono sottoposti. Evitare di essere complici non è difficile, basta prestare un po' di attenzione ai posti in cui si va, e, semplicemente, non frequentarli più, se comportano lo sfruttamento di animali. [ Leggi » ]

Animali domestici - Quando una persona ha in casa un animale domestico, viene considerata come qualcuno che "ama gli animali". Spesso, però, non è così, a volte per semplice non conoscenza dei problemi che stanno dietro l'adozione e la cura degli animali, altre volte per scelta. Vediamo come fare per amare davvero e rispettare il "nostro" animale domestico, e tutti gli altri. [ Leggi » ]

A Natale vuoi fare un regalo a 1400 animali?

Salva loro la vita.

Scopri come!

Iscriviti alla Mailing list

Dettagli sulla mailing list

Segui le nostre attività: