I vivisettori non sanno cos'è la vivisezione

29/05/2019

di Marina Berati

Sappiamo bene che, ogni volta che si protesta contro la vivisezione effettuata in qualche istituto, o sostenuta da qualche associazione "per la ricerca medica", la risposta che, invariabilmente, si riceve, è che "la vivisezione non esiste più". Sostengono che sia illegale e non si faccia da tanto tempo.

A parte lo sdegno che ogni volta mi si accende nel sentire questa bugia, mi sono chiesta, ultimamente: "Ma questa gente, che cosa mai crede che sia, la vivisezione?".

Non è una domanda retorica, mi chiedo davvero cosa sia, nella loro testa, "la vivisezione". Chissà cosa si immaginano.

Esperimenti sul dolore in cui agli animali viene provocato appositamente dolore fisico, per testare gli analgesici? No, quella per loro non è vivisezione, è "ricerca farmacologica in vivo".

Esperimenti al cervello su primati, roditori, cani, gatti? Ancora no, per loro quella è "sperimentazione animale".

Induzione di vari tipi di cancro o di malattie cardiovascolari, con la conseguente lenta agonia e sofferenza estrema per provare le varie cure? Di nuovo, no, per loro non è vivisezione, ma "ricerca medica sul modello animale".

Test di farmaci e sostanze chimiche per inalazione, iniezione, ingestione? No, questi sono "test di tossicità in vivo".

Manipolazioni genetiche, trapianti, xenotrapianti, operazioni chirurgiche? Esperimenti psicologici che inducono angoscia estrema, deprivazione materna, isolamento? E tanto, tanto altro, la lista degli orrori è infinita.

Ma per loro non è mai "vivisezione". Hanno tanti termini per sostituire questa parola che dà loro tanto fastidio. Ma così si dimostrano ignoranti e ingannatori.

Basta fare riferimento al dizionario per scoprirlo:

Vivisezione: dissezione anatomica di animali vivi effettuata a scopo di studio e sperimentazione. Per estensione, qualunque tipo di sperimentazione effettuata su animali di laboratorio che induca alterazioni a livello anatomico o funzionale, come l'esposizione a radiazioni, l'inoculazione di sostanze chimiche, di gas, ecc. [Dizionario De Mauro, ed. Paravia].

Quindi, TUTTO quello che viene fatto nei laboratori di sperimentazione animale è vivisezione. Assolutamente tutto. E non è nemmeno vero che la prima definizione, quella letterale di "dissezione anatomica", sia una pratica peggiore delle altre che si fanno ogni giorno nei laboratori. Sono tutte orribili allo stesso modo.

Chi dice che la vivisezione non esiste più:

  1. È ignorante. Non conosce il significato delle parole. Diteglielo. Fatelo presente sempre, quando vi dicono che la vivisezione non esiste. È da ignoranti sostenerlo.

  2. Vive in un mondo di fantasia e associa alla parola "vivisezione" chissà quali pratiche che esistono solo nella sua testa, senza ammettere che invece si tratta di ciò che avviene ogni giorno in tutti i laboratori di sperimentazione animale.

  3. Nega, con gli altri e spesso anche con se stesso, l'orrore di questa pratica e la sofferenza degli animali. Crede, "ripulendo" la parola, di eliminare il sangue degli animali.

La prossima volta che vi sentite rispondere che la vivisezione non esiste, è illegale, loro non la fanno, ecc., replicate chiedendo: "Ma cosa pensate sia la vivisezione?". Vediamo se sanno rispondere.

Questo vale sia se ve lo dicono i vivisettori, cioè chi pratica la vivisezione, sia i vivisezionisti (cioè chi non la fa ma la sostiene e la difende), sia per il pubblico generale, che ha "sentito dire" che sperimentare su animali è necessario e pensa che chi attacca la vivisezione voglia attaccare la ricerca e la scienza. Mentre è vero il contrario, perché la vivisezione, di qualsiasi genere, è la negazione della scienza e del progresso.

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy.

Segui le nostre attività:

Vuoi sostenerci?

Il 100% della tua donazione verrà usato per gli animali.

Da oltre 20 anni AgireOra esiste solo grazie al continuo lavoro di volontari non retribuiti e delle donazioni di persone come te.

36%

Doppiaggio in italiano di film stranieri | Dettagli »

Obiettivo: Doppiaggio di un film lungo o 2 video più brevi (2500 €)

Oppure con bonifico bancario

Altri obiettivi

Cos'hanno in comune queste persone? Ciascuno di loro sta salvando migliaia di animali.

Siamo tutti diversi, trova il modo adatto a TE per aiutare gli animali!