Stop ai test su animali per i detersivi

Fonte notizia

Argomento: Vivisezione
Notizia da: NoVivisezione.org

Una campagna europea con una raccolta firme on-line.

03/09/2015

Nel marzo 2013, dopo 20 anni di battaglie a livello europeo, è finalmente entrato in vigore il divieto di test su animali degli ingredienti sviluppati per i prodotti cosmetici.

Purtroppo però gli animali possono ancora essere usati in test cruenti e dolorosi per lo sviluppo di detersivi per la casa. Si tratta di "test di tossicità", vale a dire esperimenti su animali atti a verificare quanto è tossica la sostanza sviluppata. Gli animali sono costretti a inghiottire a forza alte dosi della sostanza chimica, o a respirarla o viene loro iniettata.

Gli animali utilizzati sono soprattutto roditori (topi, ratti, criceti) e conigli e gli effetti dei test che subiscono vanno dal vomito, alle convulsioni, all'emorragia degli organi interni, a danni permanenti a svariati organi. Tutti effetti dolorosi, che causano grande sofferenza agli animali. Se l'esperimento non porta alla morte, l'animale viene comunque ucciso alla fine.

Nell'estate del 2015, l'associazione inglese Cruelty Free International (ex BUAV) ha lanciato una campagna che chiede al Parlamento Europeo di vietare questo genere di test e obbligare i produttori a usare solo alternative senza animali, come è stato fatto nel 2013 per i cosmetici.

E' dunque importante partecipare alla raccolta firme on-line: firma la petizione bit.ly/EUcleaning e diffondila!

Perché è importante?

Ovviamente è importante per salvare la vita agli animali oggi uccisi per i test dell'industria dei detersivi, ma c'è di più: se i produttori sono costretti a sviluppare metodi alternativi per questi test, tali metodi saranno poi usati anche in molti altri campi.

E' quello che già è successo per i cosmetici: gli stessi test che si fanno nel campo della cosmesi si fanno anche in tutti gli altri campi e quindi una volta convalidato un metodo senza animali per l'industria cosmetica questo poi dovrà essere obbligatoriamente utilizzato anche negli altri campi, vale a dire per i test di tossicità di tutte le sostanze chimiche, e anche nel campo farmaceutico.

Lo stesso avverrà per i test nel campo dei detergenti: lo sviluppo di ogni metodo alternativo in questo settore avrà ripercussioni su TUTTO il settore dei test di tossicità e quindi salverà moltissimi animali, in tutto il mondo.

Cosa puoi fare tu

Firmare e diffondere la petizione bit.ly/EUcleaning, usando anche l'immagine riportata sopra.

Utilizzare come detersivi solo quelli che aderiscono allo Standard "senza crudeltà": le marche sono quelle che puoi trovare nella lista VIVO, come per i prodotti cosmetici.

Fonti

Campagna "Stop ai test su animali per i detersivi" di Cruelty Free International.

Lancio della campagna del 27 luglio 2015

Notizia dal progetto di AgireOra Network: 'NoVivisezione.org. Novivisezione.org è il punto di riferimento in Italia per l'informazione antivivisezionista, sia dal punto di vista etico che scientifico, con articoli, notizie, materiali. [ Dettagli sul progetto 'NoVivisezione.org' ]

Hai un sito o un blog? Se vuoi in pochi secondi puoi avere un box con le ultime notizie di AgireOra aggiornate in tempo reale per i tuoi visitatori. Leggi come inserire il Box Notizie sul tuo sito!

Iscriviti alla Mailing list

Dettagli sulla mailing list

Segui le nostre attività: