Come catturare e aiutare i piccioni in difficoltà

Condividi:

A cura della dr.ssa Fosca De Vita, biologa

In questa guida spieghiamo come catturare un piccione in difficoltà, allo scopo di aiutarlo e curarlo.

Il modo più efficace per prendere un piccione è quello di usare semplicemente le mani. Non provate con asciugamani o altre stoffe o reti, è molto difficile gettarli addosso all'animale prima che scappi.

La cosa migliore è dargli da mangiare e catturarlo con le mani mentre mangia. E' bene portarsi sempre appresso dei semi e/o lenticchie secche di piccole dimensioni, così si è attrezzati per questi casi. Occorre dunque attirarlo col cibo in un posto sicuro, non sul bordo della strada, e poi provare a prenderlo mentre mangia.

Se questo non è possibile, perché non abbiamo cibo con noi, si può fare un tentativo di prenderlo lo stesso, specie se si vede che è in particolare difficoltà (se è in qualche angolo, su un gradino, ecc.).

Bisogna tener conto che, anche con il cibo, non sempre si è così fortunati da prenderlo subito: se vola via, occorre tornare più tardi o il giorno dopo (anche per più giorni) nello stesso posto o nel giardinetto più vicino dove sapete che stazionano spesso i colombi. Sono animali abitudinari e frequentano spesso gli stessi posti.

Per una cattura corretta e facile bisogna cercare di stare alle spalle dell'animale. Meglio se altri piccioni mangiano con lui in gruppo, perché possono impedirgli la visuale e distrarlo.

Si può stare in piedi, seduti, inginocchiati, l’importante è trovare una posizione che consenta la stabilità e l’immobilità durante la cattura.

In figura, le linee rosse delimitano la sola zona che il piccione non vede mentre mangia.

Quando il piccione da catturare è nella giusta posizione, si cala una mano sopra le sue spalle, si afferra e si solleva. Quella mostrata nella foto è la presa corretta.

L’importante è calare una sola mano, parallela al corpo del piccione, esattamente sopra le sue spalle e tenergli ferme le ali. Si può anche fermarlo delicatamente a terra ed aiutarsi poi con l’altra mano.

Non tentare di riprenderlo se sta per fuggire, si rischierebbe di strappargli le penne della coda o delle ali, o peggio di romperle: se non si ha la presa giusta, meglio lasciarlo andare.

  1. Guida per aiutare i colombi in difficoltà - Introduzione

  2. Come catturare e aiutare i piccioni in difficoltà (questa pagina)

  3. Guida per aiutare i piccioni con le zampe legate